QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giovenche di razza Rendena: Pinzolo rinnova il legame con le proprie origini

giovedì, 29 agosto 2013

Pinzolo – Una settimana interamente dedicata al mondo dell’allevamento, da sempre tra le attività economiche più importanti di Pinzolo e della Val Rendena: ieri lavoro che garantiva la sussistenza delle famiglie, oggi settore baluardo della salvaguardia della montagna, impegnato nella produzione di prodotti biologici e sempre di più attento all’integrazione con il turismo. È questo e tanto altro “Giovenche di razza Rendena”, l’iniziativa che, inaugurata lunedì, proseguirà fino a domenica 1 settembre. Da segnare in agenda, l’appuntamento più atteso: la grande sfilata folcloristica che attraverserà Pinzolo sabato pomeriggio dalle 16.30 seguita, alle 22.00 della sera, dalla premiazione della “Reginetta 2013”. La miglior giovenca dell’anno sarà selezionata, tra quelle presentate dagli allevatori della Val Rendena, da un giudice, secondo precisi canoni quali la zoognostica, l’anatomia, la correttezza morfologica e la muscolosità. Giovenche_apertura_2013

“Giovenche di razza Rendena”, giunta, nella veste attuale, alla 6ª edizione, riprende il tradizionale appuntamento della mostra-mercato del giorno di San Michele (29 settembre) che, in passato, per più di sessant’anni, si è svolto a Pinzolo. Le aziende agricole rendenesi che parteciperanno alla “Festa dell’allevatore” e alla sfilata di sabato sono 27.

Lunedì, ad aprire la settimana, è stato lo show cooking proposto dell’Associazione Agriturismi del Trentino che ha presentato diversi piatti dedicati alla valorizzazione dei prodotti, carne e formaggi, ottenuti dai bovini di razza Rendena. Residenti e ospiti hanno poi potuto assistere all’esposizione dei capi arrivati in piazza direttamente dagli alpeggi, partecipare alla degustazione dei prodotti tipici a cura di Latte Trento, gironzolare tra i mercatini allestiti dall’Ucas (Unione commercianti e attività di servizio di Pinzolo) e assistere al concerto dei trentini “Pausa Merlot”. Ancora, seguire la mungitura a mano e le fasi della caseificazione tradizionale proposta dai casari di Latte Trento e del Consorzio volontario per la tutela del formaggio Dop “Spressa delle Giudicarie”.

All’inaugurazione sono intervenuti il sindaco di Pinzolo William Bonomi, il presidente dell’Unione Allevatori Val Rendena Fabio Maffei, il presidente dell’Anare (Associazione nazionale Allevatori bovini di razza Rendena) Giovanni Battista Polla e il presidente del Comitato Organizzatore della manifestazione Andrea Collini che hanno dato il benvenuto ai presenti, mentre l’assessore al Turismo, Commercio, Artigianato e Cultura del Comune di Pinzolo, Anita Binelli, ha aperto ufficialmente la manifestazione.
«Più che una manifestazione rivolta al mondo agricolo e a quanti vi operano – ha spiegato Andrea Collini, neopresidente del Comitato organizzatore – “Giovenche di razza Rendena” è un evento finalizzato alla valorizzazione del legame con il nostro territorio, della nostra identità e alla tutela del nostro ambiente, elementi fondamentali sui quali basare lo sviluppo turistico al quale è legata la nostra economia».

Il ricco calendario di iniziative proposto dal Comitato organizzatore sta proseguendo con musica, balli, attività nelle fattorie didattiche e passeggiate con i pony, laboratori creativi a cura della Biblioteca di Pinzolo, mercatini, cene a tema e tanto altro. Di seguito gli appuntamenti principali.

Giovedì 29 agosto, alle 19.00 in piazzale San Vigilio, grande festa del gusto con degustazione di prodotti tipici locali a cura del ristorante-pizzeria “La Botte”, del rifugio “Doss del Sabion” e del ristorante “Prà Rodont” (500 posti disponibili con servizio al tavolo a 13.00 euro). La serata replica la cena di mercoledì sera a base di “Spressa delle Giudicarie” a cura della Bocciofila di Pinzolo in collaborazione con il Consorzio volontario tutela del formaggio Dop “Spressa delle Giudicarie”. Sempre questa sera, consegna dei riconoscimenti agli allevatori veterani della Val Rendena.

Venerdì 30 agosto la festa si sposta a Prà Rodont con l’apertura della fattoria e i laboratori creativi insieme alla Biblioteca. Seguirà, alle 12.00, il pranzo e alle 14.00 l’attività “Facciamo il formaggio con i bambini”. Alle 18.00 si torna giù, in piazzale San Vigilio, con l’apertura del “Villaggio contadino” fino alle 22.00. Alle 19.00 “Festa della polenta carbonera” a cura della Bocciofila, alle 21.00 premiazione del concorso “Vetrine a tema” e del concorso di poesia “L’agricoltura presidio della montagna” seguiti da musica e balli.
I mercatini curati dall’Ucas, con l’esposizione di prodotti tipici locali, saranno aperti in piazzale San Vigilio venerdì dalle 16.00 alle 23.00 e sabato dalle 10.00 alle 23.00.

Domenica 1 settembre, spazio allo sport con la gara di corsa in montagna per le famiglie a Prà Rodont seguendo il percorso che attraverserà Malga Bregn da l’ors e Malga Cioca. Le iscrizioni e la consegna dei pettorali si terranno alle 7.30 alla partenza delle Funivie di Pinzolo, la risalita in telecabina avverrà alle 8.30, la partenza della gara alle 9.30, il pranzo alle 11.30 pranzo e le premiazioni alle 13.30. (Iscrizione adulti 10,00 euro, bambini 5,00 euro).

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136