Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Estate da urlo a Campiglio, Pinzolo e in Val Rendena. Intervista al presidente Apt Tullio Serafini

mercoledì, 11 settembre 2019

Madonna di Campiglio (A. Pa.) – Da sei mesi è il nuovo presidente dell’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo Val Rendena. Tullio Serafini (nella foto) guiderà per il prossimo triennio l’Apt: conosce bene la struttura avendo fatto parte del Consiglio di Amministrazione negli ultimi sei anni. Tullio Serafini ha già dato un’impronta e le iniziative messe in campo sono numerose. Oggi parte da Parma il tour di presentazione dello slalom notturno di Coppa del Mondo in programma l’8 Gennaio 2020. Oltre al presidente della APT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena Tullio Serafini e al numero uno della 3Tre Lorenzo Conci, prenderà parte all’evento emiliano anche Giorgio Rocca, ultimo azzurro a trionfare sul Canalone Miramonti nel 2005.

Tullio Serafini GdvPresidente Serafini, come sono stati i primi mesi alla guida dell’Apt Campiglio, Pinzolo Val Rendena?

“Sono stati davvero impegnativi. Abbiamo avuto delle dimissioni al nostro interno e abbiamo riorganizzato la struttura puntando sulla continuità, affidando a Matteo Bonapace la direzione e il coordinamento dell’Azienda di promozione turistica avendo una profonda conoscenza ed esperienza del territorio. Dopo aver definito l’organigramma abbiamo avviato una serie di iniziative a vari livelli e contiamo di ottenere ottimi risultati”.

La stagione estiva volge al termine, è già possibile tracciare un bilancio?

“Abbiamo avuto una buona stagione estiva. Il mese di giugno ha avuto una leggera flessione sullo scorso anno, ma va tenuto presente che nel 2018 c’era stata una gara mondiale di orienteering  che aveva portato migliaia di atleti, accompagnatori e turisti. Rispetto al giugno 2017 il trend è positivo. Il mese di luglio ha avuto come presenze alberghiere ed extralberghiere +7% e ad agosto la tendenza è di un +3%. Contiamo anche su settembre”.

L’obiettivo è degastagionalizzare?

“Certamente. Abbiamo fatto passi avanti importanti e grazie alla collaborazione con le società di Campiglio e Pinzolo gli  impianti sono stati aperti a inizio giugno e anche a settembre favorendo le escursioni e i percorsi in mountain bike. Rispetto ad alcuni anni fa sono stati fatti passi avanti e pensiamo che la strada intrapresa sia quella giusta che porterà all’allungamento della stagione, sia anticipando che posticipando sul periodo classico delle vacanze”.

Quali sono state le attrattive estive delle tre località in estate?

“Stiamo puntando sul benessere con otto percorsi dove immergersi nella natura maestosa del Parco Naturale Adamello Brenta i turisti si possono rigenerare. Nei percorsi del Dolomiti Natural Wellness è possibile praticare le attività attinenti al mondo del Natural Wellness, abbinate all’esperienza degli elementi naturali. Si possono praticare in gruppo, magari seguiti da accompagnatori, o singolarmente varie attività. A giugno si è svolto inoltre il festival Dolomiti Natural Wellness, con convegni, coinvolgimento di esperti ed esposizioni che hanno catturato l’attenzione”.

E il mondo della bike e del ciclismo?

“Abbiamo una serie di percorsi per bike e anche eventi per i ciclisti. Ad esempio domenica scorsa si è svolta la Granfondo, una gara con importanti presenze e l’ondata di maltempo ci ha penalizzato. Il nostro territorio è un’attrattiva per i biker che scoprono itinerari da favola e un panorama mozzafiato ai piedi delle Dolomiti di Brenta. L’apertura da giugno a settembre degli impianti favorisce anche questa attività sportiva”.

Le tradizioni della Val Rendena…

“Quest’estate abbiamo promosso una serie di eventi per valorizzare i prodotti tipici della nostra valle. A giugno abbiamo iniziato con la festa del gelato, ad agosto abbiamo puntato sull’agricoltura, quindi siamo passati alla “Vecchia Rendena” quattro passi tra vecchi mestieri ed usanze, manifestazione che si è svolta a Bocenago, infine il tradizionale evento delle “Giovenche di Razza Rendena” a Pinzolo”.

Tullio Serafini conf stampa - GdvAvete proposto kermesse culturali?

“In quota è stato proposto la 17esima edizione del Festival “Mistero dei Monti”, ispirato quest’anno al valore dell’infinito, al quale la parola poetica ha dato forma sublime: incontri letterari, filosofici, scientifici e passeggiate con ospiti illustri hanno caratterizzato l’evento. A questo si è aggiunto “Campiglio Special Week” un progetto speciale e un omaggio in musica alle Dolomiti di Brenta. Entrambi i festival hanno fatto da grande richiamo”.

Oggi parte il tour dello slalom di Coppa del Mondo il programma l’8 Gennaio 2020, l’inverno è dietro l’angolo…

“La gara di Coppa del Mondo è uno degli eventi top non solo per Campiglio, la Val Rendena e il Trentino: fa conoscere il nostro territorio in tutto il mondo. Quest’anno la gara si svolgerà l’8 gennaio e il comitato 3Tre con l’Apt che ha un ruolo di primo piano presenterà l’appuntamento in location prestigiose a livello nazionale, partendo da quella odierna a Parma, quattro eventi saranno  all’estero con due mete già individuate, la prima a Mosca e la seconda in Polonia. Dopo la gara dell’8 gennaio, la Federazione ha indicato già nel 2020 il ritorno della Coppa del Mondo al 22 dicembre, come negli scorsi anni”.

Altri eventi agonistici?

“Il mondo dello sci alpinismo tornerà con gare a livello internazionli, lo scorso anno abbiamo ospitato la finale di Coppa del Mondo e gli organizzatori hanno individuato sulle nostre montagne gli itinerari ideali per questa disciplina. Noi siamo pronti ad ospitare nel 2026 una gara delle Olimpiadi Invernali. Prima però deve essere inserita tra le gare olimpiche e questo lo sapremo soltanto nel 2022. Intanto per la stagione invernale proporremo con le tre società degli impianti (Pinzolo-Campiglio e Folgarida-Marilleva ndr) un pacchetto unico della skiarea con 150 chilometri di sci ai piedi. E questa è la vera attrattiva per gli appassionati di sci”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136