QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Daniza: mozione della minoranza a Pinzolo per allontanare gli orsi dal territorio

mercoledì, 8 ottobre 2014

Pinzolo – Tiene ancora banco il caso dell’orsa Daniza a Pinzolo, in Trentino e anche fuori dai confini nazionali. Infatti in Consiglio comunale a Pinzolo potrebbe presto approdare la mozione presentata dal gruppo di minoranza che chiede un referendum sulla presenza degli orsi sul territorio di Pinzolo. la minoranza propone un referendum e i cittadini dovrebbero decidere sulla presenza o meno degli orsi a Pinzolo. Nel caso di un voto contrario la mozione chiede di impegnare la Provincia ad allontanarli. La discussione del documento potrebbe arrivare nella prossima settimana e il sindaco  William Bonomi sta valutando i tempi della discussione.

Intanto anche a Bruxelles è arrivato il caso Daniza: è stata presentata dal gruppo Green Italia in Commissione europea una denuncia per l’uccisione dell’orsa. Sotto accusa sono finiti il ministero dell’Ambiente, Provincia autonoma di Trento che avrebbero – secondo il gruppo Green Verde – violato direttive europee, sulla protezione dell’orso bruno e conservazione degli habitat naturali.

Intanto la Provincia di Trento fa chiarezza sulle cifre: ha ricevuto 109mila euro, in quanto 173mila devono ancora arrivare  riceverli.

Il progetto Life Ursus, partito nel 1997 e concluso nel 2004, ha permesso di conservare l’orso in Trentino e i primi 825mila euro vennero assegnati al Parco Naturale Adamello Brenta. Complessivamente il servizio faunistico del Trentino ha il seguente patrimonio faunistico: 67 mila  ungulati, tra caprioli, camosci e cervi,  60-65 coppie di aquila reale e una ventina di orsi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136