QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Daniza, la difesa della Provincia: ‘Dose per anestesia minore del dovuto’. Riuniti i cuccioli

venerdì, 12 settembre 2014

Trento - Come ha potuto accertare il personale forestale, tramite avvistamento diretto, i due cuccioli dell’orsa Daniza si sono riuniti e vengono monitorati in queste ore in maniera continuativa mediante la radiotelemetria. Intanto, gli uffici competenti precisano che la dose utilizzata per l’anestesia dell’orsa non è stata superiore al dovuto, bensì prudenzialmente sottostimata rispetto al peso dell’animale (stima per il dosaggio 80 kg, peso rilevato 106 kg).Daniza 1 - orsa

Ad ulteriore chiarimento, rispetto ad alcune informazioni errate circolate nelle ultime ore, si fa inoltre presente che, qualora il tentativo di cattura fosse avvenuto utilizzando una trappola a tubo, sarebbe stato comunque necessario ricorrere all’anestesia che sarebbe stata praticata in tal caso su un animale in condizioni di stress determinate dalla permanenza all’interno della trappola.

In relazione a notizie relative ad un presunto stress dell’orsa a causa delle operazioni di cattura, va chiarito, infine, che non è mai stato messo in atto alcun tipo di inseguimento. Daniza era infatti monitorata a distanza e si sono attese le condizioni più sicure per agire senza che si siano condizionati i suoi spostamenti.

Gli esiti dell’autopsia – effettuata da un istituto indipendente alla presenza delle autorità giudiziarie competenti – saranno disponibili solo tra qualche giorno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136