QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Da Fiavè alle Dolomiti di Brenta, giornata di interventi in montagna per il Soccorso alpino in Trentino: diversi feriti. Il bilancio

sabato, 29 ottobre 2016

Fiavè – Diversi interventi oggi in montagna. Il primo questa mattina, intorno alle 10, nella zona di Malga Cogorna, sopra Fiavè, nel Bleggio, dove un escursionista del luogo è scivolato per circa 70 metri in un dirupo nel bosco mentre si trovava probabilmente a caccia insieme al figlio.soccorso alpino

L’uomo stava percorrendo un sentiero tracciato dai camosci, in una zona molto impervia e scoscesa quando, all’improvviso, è scivolato, ruzzolando in un dirupo sottostante per circa settanta metri, sbattendo più volte contro i tronchi degli alberi e procurandosi dei politraumi. Il figlio, nonostante la zona non fosse coperta bene dai segnali telefonici, è riuscito a chiamare i soccorsi, telefonando al Numero unico di emergenza.

L’area operativa Trentino Meridionale, di concerto con la Centrale unica di emergenza, ha chiesto l’intervento dell’elicottero con a bordo il personale medico e il Tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino trentino e a supporto gli uomini della Zona Basso Trentino del Soccorso alpino.

La manovra di soccorso e di recupero con il verricello del ferito è stata molto laboriosa e impegnativa a causa della zona molto impervia. Dopo essere stato stabilizzato, il ferito è stato trasportato dal mezzo aereo all’ospedale di Trento. Il figlio è rimasto incolume.

DOLOMITI DI BRENTA
Intorno alle 11, nuovo intervento alla base della parete del Castelletto Inferiore, nelle Dolomiti di Brenta, dove un alpinista che si stava apprestando a iniziare il primo tiro di corda della via Kiene è stato colpito alla testa da un sasso caduto dall’alto, riportando un trauma cranico. Il compagno di cordata ha chiamato quindi i soccorsi, telefonando al 118. Giunto sul posto l’equipaggio dell’elicottero ha recuperato il ferito, portandolo all’ospedale di Trento. Incolume il compagno di cordata.

DRO
Questo pomeriggio, poco dopo le 16, un nuovo incidente a Dro, sulle coste dell’Anglone, sul sentiero delle Covre, dove è rimasto ferito in modo grave un escursionista di lingua germanica caduto in un dirupo per circa 30-40 metri.

L’uomo, di circa 45 anni, stava scendendo lungo il sentiero con la moglie e il proprio cane. All’improvviso il cane è scappato, raggiungendo delle rocce molto esposte dalle quali non riusciva più a muoversi. Il turista ha quindi cercato di raggiungere l’animale e nel tentativo di salvarlo è precipitato nel dirupo. Una guida alpina che stava scalando poco distante ha sentito gridare e resosi conto di quanto è accaduto ha chiamato i soccorsi.

L’area operativa Trentino Meridionale, di concerto con la Centrale unica di emergenza, ha quindi chiesto l’immediato intervento dell’elicottero con a bordo il personale medico e il Tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino trentino e a supporto gli uomini della Zona Basso Trentino del Soccorso alpino.

Il ferito e la moglie, incolume, sono stati recuperati dall’elicottero. L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Trento. La squadra di terra del Soccorso alpino trentino, dopo avere aiutato nelle operazioni di soccorso del ferito, ha recuperato il cane incolume e insieme all’animale sta in questo momento tornando a valle.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136