QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Comunità delle Giudicarie, Boulder Park: nuovo progetto per l’arrampicata sportiva

giovedì, 11 settembre 2014

Madonna di Campiglio - Un boulder park quale elemento chiave dell’offerta turistica sportiva dedicata al mondo dell’arrampicata, dell’intera Comunità delle Giudicarie. Per tale disciplina è stata “scelta” la Val di Daone come sede privilegiata, e il consorzio Turistico Valle del Chiese come ente capofila.boulder park valle di daone_1

Per il progetto boulder park sono stati stanziati 15.402,56 € al fine di permettere che questo parco attrezzato diventi il punto di riferimento per gli amanti dell’arrampicata sportiva.

All’ingresso del Parco verrà predisposta un’area per alcune bacheche che illustreranno non solo le caratteristiche del percorso, ma anche le regole di sicurezza e di utilizzo delle strutture. Verranno attrezzati i massi con ancoraggi alla sommità per consentire una graduale introduzione all’arrampicata sportiva in falesia.

In corrispondenza di due ampie radure, circondate da massi, saranno attrezzate aree sosta con tavoli e panche: l’attività fisica e lo sport diventano anche l’occasione per gli appassionati del boulder per condividere con gli amici momenti di relax nella natura.

Completeranno l’area un punto toilette e raccolta rifiuti. L’intervento sarà impreziosito dalla valorizzazione di due falesie destinate a chi muove i primi passi in parete. Previsto un intervento di bonifica e pulizia della parete e successiva attrezzatura delle linee di arrampicata con ancoraggi di sicurezza ravvicinati, che consentiranno di salire in sicurezza anche a bambini e a principianti.

L’iniziativa rientra nel progetto “Turismo Giudicarie 2020”, un progetto “di sistema” finanziato dalla Comunità delle Giudicarie che coinvolge tutto il territorio, per favorire l’aumento dei flussi turistici legati in particolare a forme di turismo sostenibile.

«Un progetto che, seguendo le linee tracciate dal Documento preliminare del P.T.C. – Piano Territoriale di Comunità, dà corso e forma ad un nuovo modello di sviluppo turistico che metta al centro ancora di più l’ambiente. Con riferimento in particolare al boulder park, abbiamo voluto finanziare una infrastrutturazione leggera per chi vuole avvicinarsi al boulder o all’arrampicata in falesia in uno spazio attrezzato per un approccio graduale, caratterizzato anche da aree di incontro e ospitalità. Confidiamo possa diventare una delle mete di maggiore attrazione nel nostro territorio, con una disciplina distintiva ed a misura di famiglia” sottolinea la Presidente della Comunità delle Giudicarie Patrizia Ballardini.

Il progetto “Turismo Giudicarie 2020” è stata promosso dalla Comunità delle Giudicarie, che ha coinvolto Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio – Pinzolo – Val Rendena, ApT Terme di Comano-Dolomiti di Brenta, Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali e Consorzio Turistico Valle del Chiese. La Comunità che ha messo sul piatto 550 mila euro con lo scopo di promuovere assieme iniziative e progetti al fine di rendere il sistema turistico giudicariese maggiormente competitivo e di favorire un incremento del flusso degli ospiti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136