QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Comano: con il progetto “Evvai!” più facile visitare in moutain bike le Giudicarie

domenica, 7 giugno 2015

Madonna di Campiglio  – A partire dall’estate 2015, visitare le Giudicarie sarà, per i turisti, ma anche per i residenti, ancora più facile, più divertente, più sostenibile. Lo sarà grazie al progetto “Evvai” che rende disponibile sul territorio una rete di punti noleggio di e-bike, le biciclette con motorino elettrico che facilitano la pedalata e permettono, anche a chi atleta non è, di affrontare lunghe distanze e raggiungere luoghi altrimenti inarrivabili.mountain bike campiglio rendena mtb

Sessanta le bici e mountain bike elettriche disponibili, 14 più 17 i punti noleggio (rental point e friend point) distribuiti su tutto il territorio giudicariese, 45 i percorsi mtb segnalati e mappati in modo omogeneo, 24 le colonnine (e-bike box) con attrezzi per piccole riparazioni, pompa e prese elettriche per ricaricare la batteria. I punti noleggio sono collegati da un software che gestisce la disponibilità di bici; quando, in un dato presidio, la richiesta sarà superiore alla domanda, gli operatori della Scuola mtb Adamello Brenta provvederanno al trasporto delle biciclette mancanti.

L’INIZIATIVA

Finanziata dalla Comunità delle Giudicarie nell’ambito della programmazione turistica interambito “Giudicarie 2020”, l’iniziativa è stata testata per la prima volta ieri. Un gruppo di dipendenti delle aziende e consorzi per il turismo di Comano, Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Valli Giudicarie e Val del Chiese, con l’aggiunta di alcuni colleghi di Trentino Marketing e l’accompagnamento degli istruttori della Scuola mtb Adamello Brenta, ha compiuto il primo tour alla scoperta delle Giudicarie in sella alle e-bike.

IL NOLEGGIO

Noleggiate le biciclette a pedalata assistita presso il rental point dell’hotel “Cattoni” a Comano, la comitiva ha raggiunto, via Stenico, Lisano e Ponte Pià, il ristorante e rental point “La Contea” a Bolbeno dove è avvenuta la presentazione del progetto e sono stati raccolti i primi commenti, unanimemente entusiasti, sull’escursione con il nuovo mezzo di trasporto. Nel pomeriggio seconda tappa, via Tione e Verdesina, verso la pista ciclabile e il bici-grill di Vigo Rendena prima del ritorno in bicibus a Comano.  Nel dettaglio, il noleggio delle e-bike avviene presso i rental point, punti di noleggio ufficiali dove la e-bike può essere ritirata immediatamente o su prenotazione, oppure presso i friend point, punti amici dove il nolo avviene solo su prenotazione entro le ore 18.00 del giorno precedente. I rental e friend point sono anche punti di ricarica e forniscono informazioni utili sui percorsi più adatti dalle Dolomiti al Garda.

I COSTI

La durata minima del noleggio è di mezza giornata al costo di 20 euro (rental point) o 25 euro (friend point); la giornata intera ha invece il prezzo di 35 euro (rental point) o 30 euro (friend point). Questi i costi interi che si abbassano per i turisti che possiedono una card turistica (Trentino Guest Card, Comano ValleSalus, Dolomeetcard e così via) e per i residenti in Giudicarie. La prenotazione avviene rivolgendosi ai punti noleggio e c’è anche una numero di assistenza (370 1328720) al quale chiedere supporto nel caso di guasti durante la pedalata. Da non dimenticare, inoltre, il consolidato servizio del bicibus, un ulteriore supporto per gli escursionisti in sella alla bici che permette di superare tratti in particolare pendenza e di accorciare il tragitto.

All’escursione hanno partecipato i direttori dei quattro ambiti turistici: Alessandra Odorizzi (Comano, capofila del progetto alla definizione del quale ha collaborato in modo importante Davide Aldrighetti), Giancarlo Cescatti (Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena), Redi Pollini (Valli Giudicarie) e Cornelia Bazzoli (Valle del Chiese). All’incontro di presentazione erano presenti anche la presidente della Comunità delle Giudicarie Patrizia Ballardini e l’assessore Giampaolo Vaia.

L’INTERVENTO DI BALLARDINI

“Questa iniziativa che vede la bicicletta al centro dell’attenzione – ha spiegato la presidente Ballardini – è stata importante perché è riuscita a far lavorare assieme le Giudicarie che rappresentano 1/5 del territorio trentino e comprendono 4 ambiti turistici. Questo è stato reso possibile grazie ad un incentivo forte che è stato il mettere a disposizione, da parte della Comunità, il finanziamento. Il progetto complessivo – ha quindi aggiunto la presidente – è più ampio e ha l’obiettivo di valorizzare turisticamente l’estate potenziando le attività outdoor come la bicicletta, ma anche la pesca no-kill, il boulder (con il park della Val di Daone) e il downhill (con il nuovo tracciato dedicato che sarà inaugurato a Pinzolo-Doss del Sabion nel mese di luglio)”.

L’assessore Giampaolo Vaia ha invece ringraziato il gruppo di bikers “per l’impegno diretto sul campo nel testare personalmente l’iniziativa” ricordando poi il progetto di completamento delle piste ciclabili in Giudicarie che “perfeziona un prodotto turistico ecologico per il target degli amanti delle due ruote”.

L’APT DI COMANO

I dettagli operativi sono stati quindi illustrati da Alessandra Odorizzi, direttore dell’Apt di Comano, che ha sottolineato come sia stato “possibile attuare una progettualità turistica di sistema grazie al finanziamento erogato dalla Comunità delle Giudicarie”. Per Giancarlo Cescatti, direttore dell’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena “l’iniziativa delle biciclette a pedalata assistita, che si aggiunge ad altre relative alla bicicletta, completa e organizza nei confronti dei turisti il prodotto bike. Ora, il messaggio da dare è che il nostro territorio è fruibile da tutti”.

Infine, Marco Albertini e Alessandro Alimena della Scuola mtb Adamello-Brenta hanno evidenziato l’impegno della loro scuola, iniziato nel 2004, per promuovere la pratica dell’mtb all’insegna prima della sicurezza e del rispetto degli escursionisti a piedi poi del divertimento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136