QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Carisolo: due pensionati originari della Valle Camonica uccisi dal monossido di carbonio

mercoledì, 27 gennaio 2016

Carisolo – La comunità della Val Rendena scossa dall’ennesima tragedia. Due pensionati sono morti nella notte, uccisi dalle esalazioni di una stufa nella loro abitazione a Carisolo (Trento). Le vittime sono Bartolo Bontempi, 82 anni, e Angela Panteghini, 78 anni, originari della Valle Camonica e da tre lustri residenti in Val Rendena.

autoambulanza 118 soccorso misericordia

All’origine ci potrebbe essere il monossido di carbonio sprigionato da una stufa in cucina. La dinamica del decesso dei coniugi trovati esamini in mattinata, è al vaglio dei carabinieri. Secondo un a prima ricostruzione avevano messo nella stufa alcuni combustibili come i pellet e altri oggetti di vimini. Inoltre, è stato trovato il materasso in parte bruciato.

Una seconda tragedia si è consumata – sempre in mattinata – nei boschi della Val Calamento, dove un giovane è rimasto travolto e schiacciato da un tronco d’albero. Si tratta di David Micheletti, 33 anni, gestore con la famiglia del rifugio di Passo Manghen. Era sposato e la moglie è in attesa di un bimbo. Immediati i soccorsi appena dato l’allarme. È intervenuto anche l’elicottero, ma per il rifugista  non c’è stato nulla da fare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136