QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campeggio allievi vigili del fuoco, passaggio di testimone alle Giudicarie

lunedì, 1 luglio 2013

Trento – Passaggio del testimone al campeggio allievi dei vigili del fuoco. Il passaggio di consegna della bandiera dal distretto di Fiemme a quello delle Giudicarie, che lo ospiterà il prossimo anno, si è concluso ufficialmente nella tarda mattinata di ieri il tredicesimo campeggio provinciale degli allievi vigili del fuoco volontari del Trentino ospitato a lago di Tesero e a Predazzo. Da giovedì scorso a ieri 753 ragazzi e ragazze provenienti da tutti i distretti pompieristici del Trentino sono stati protagonisti di un intenso programma di manovre, esercitazioni, conferenze e naturalmente di momenti di svago. Ieri l’ultimo atto del campeggio con la celebrazione della Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo di Trento, monsignor Luigi Bressan. Lo stadio del Fondo si è trasformato per un’ora un luogo di preghiera e di riflessione. Terminata la liturgia gli allievi vigili del fuoco dei distretti di  Fiemme e Fassa hanno dato dimostrazione della loro bravura attraverso due manovre pompieristi che molto spettacolari e apprezzate dal pubblico.

Da segnalare anche la manovra dei ragazzi di Verolanuova in provincia di Brescia da sempre ospiti del campeggio. Quindi l’ultimo atto con i discorsi ufficiali delle autorità locali ad iniziare dal sindaco di Tesero, Francesco Zanon. Presente anche l’assessore provinciale Ugo Rossi. E’ toccato a Predazzo ospitare uno dei momenti principali della tredicesima edizione del DSC_1865 (1)Campeggio Provinciale degli Allievi Vigili Del Fuoco volontari. Verso le 18 i 753 ragazzi e ragazze provenienti dai 13 distretti del Trentino si sono dati appuntamento nel piazzale della scuola della Guardia di Finanza. Molto suggestivo e spettacolare lo schieramento dei plotoni dinnanzi alle autorità presenti. I ragazzi tra un “attenti” e un “riposo” hanno reso onore al Tricolore e hanno deposto una corona d’alloro in onore dei caduti. Terminato questo momento ufficiale, preceduti dalla mascotte degli ormai trascorsi Mondiali di Fiemme, perfettamente allineati uno dietro l’altro, i futuri vigili del fuoco hanno sfilato nel centro di Predazzo applauditi dai turisti e dalla comunità locale. La sfilata è terminata presso lo Stadio del Salto di Predazzo. Qui gli allievi e il numeroso pubblico hanno potuto assistere al lancio di tre paracadutisti appartenenti alla Sezione Paracadutisti di Fiemme e Fassa, quindi hanno ricevuto il benvenuto ufficiale delle autorità: il sindaco di Predazzo, Chiara Bosin, lo Scario della Magnifica Comunità, Giuseppe Zorzi, il presidente del BIM, Armando Benedetti, l’assessore provinciale agli Enti Locali, Mauro Gilmozzi e il presidente della Federazione dei Corpi dei Vigili del fuoco Volontari, Alberto Flaim. “Passione, altruismo e senso del dovere: queste sono l’attrezzatura primaria che avete a disposizione assieme alla professionalità, al valore della coesione ed alla capacità di fare gioco di squadra”, è stato il commento l’assessore Ugo Rossi.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136