QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Biodigestore di Borgo Lares, 1247 no e le sfide di Agire

lunedì, 19 giugno 2017

Borgo Lares  - Il  Comitato Busa Pulita ha consegnato una lista di ben 1.247 firme all’amministrazione comunale di Borgo Lares per chiedere che non venga realizzato il Biodigestore presso la discarica di Zuclo. Una vicenda sta dividendo sempre di più la Comunità delle Giudicarie da quasi un anno.

Agire per il Trentino, assieme al consigliere provinciale Claudio Cia, ha sempre dimostrato non solo di avere a cuore l’ambiente, ma anche di trattare problematiche come ad esempio quella sui biodigestori in modo responsabile e corretto: lo dimostrano ampiamente in nostri interventi che furono ai tempi dell’impianto di Biogas a Carisolo (la cui realizzazione è stata cancellata), della circonvallazione di Agrone e della situazione degradante in cui giace la discarica a Zuclo.

Borgo Lares biodigestore

E questa volta non sarà da meno: perciò, senza mettere in dubbio la buona fede di nessuno, è quanto mai più che doveroso, soprattutto in un momento del genere, chiedere uno sforzo da parte delle istituzioni locali per ascoltare i cittadini ed affrontare la questione del Biodigestore con serietà: non conta solamente essere dalla parte del fronte per il sì o del fronte per il no, quanto considerare tutti gli interessi pubblici (e non privati) coinvolti, dalla salute pubblica al rispetto dell’ambiente, beni tutelati a livello costituzionale dagli articoli 9 e 32 della nostra Carta fondamentale.

“Ci auguriamo che queste firme vengano valorizzate per quello che sono (manifestazioni di grande coraggio e senza compromessi) dai sindaci, Comunità di Valle delle Giudicarie e Provincia autonoma di Trento – conclude Sergio Manuel Binelli, coordinatore territoriale di Agire per il Trentino – affinché chi di dovere faccia un passo indietro per riflettere sul futuro della cittadinanza anziché solo sui guadagni e gli ingranaggi arrugginiti della burocrazia”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136