QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

A Pinzolo incontro con gli allevatori della Razza Rendena, l’assessore Dallapiccola: “Maggiore integrazione tra turismo e agricoltura”

giovedì, 7 gennaio 2016

Pinzolo – L’assessore all’agricoltura, foreste, turismo e promozione Michele Dallapiccola, ha partecipato oggi a Pinzolo ad un incontro con gli allevatori della Razza Rendena, organizzato dall’Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Rendena e dall’Unione Allevatori Val Rendena.razza rendena

Nel corso del suo intervento l’assessore Dallapiccola, ha sottolineato il protagonismo di questi allevatori e si è soffermato su “Giovenche Di Razza Rendena”, la manifestazione di fine estate che si svolge a Pinzolo in occasione del rientro delle mandrie bovine dagli alpeggi. “Questo evento – ha sottolineato Dallapiccola – rappresenta al meglio, l’indirizzo che l’assessorato vuole offrire come esempio concreto di integrazione tra turismo e agricoltura”.

“Giovenche di Razza Rendena” è una manifestazione organizzata dagli allevatori di Pinzolo e della Val Rendena, riprende la tradizione della storica mostra mercato e interpreta la passione di una comunità nei confronti di un presidio zootecnico che è simbolo dell’identità di questo territorio.

“Questo evento – ha sottolineato l’assessore Dallapiccola – è anche punto d’incontro tra il mondo agricolo e quello turistico. I due settori sono sempre più strettamente connessi, costituendo il primo, un importante mercato di sbocco, un’opportunità di diversificazione multifunzionale delle aziende agricole ed una fonte ineguagliabile di immagine per il secondo. L’agricoltura è una componente fondamentale della proposta turistica del nostro territorio, intimamente legata ai valori identitari. Vi ringrazio, perché attraverso questa manifestazione, avete aperto una strada che in molti, mi auguro, vorranno percorrere.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136