QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vite Versoaln a Prissiano: si vendemmia da oltre 350 anni

sabato, 30 settembre 2017

Prissiano – La vendemmia della vite Versoaln, la più grande e quasi certamente la più antica al mondo, si è tenuta giovedì, come da oltre 350 anni.

vendemmiaGünther Pertoll, direttore esecutivo della Cantina provinciale Laimburg (sulla scala) e Josef Terleth, collaboratore Centro di sperimentazione Laimburg durante la vendemmia alla vite Versoaln (Foto: USP/Giardini di Castel Grauttmansdorff).

La vite Versoaln cresce a Prissiano presso Castel Katzenzungen. Nel 2006 i Giardini di Castel Trauttmansdorff hanno assunto la paternità della vite Versoaln, la più grande e quasi certamente più antica al mondo. Da allora dalle uve della vite nel Podere provinciale Laimburg, che se ne prende cura, viene prodotto il prezioso vino Versoaln.

Hanno coadiuvato le operazioni della vendemmia, tenutasi giovedì 28 settembre, anche rappresentanti del Centro di sperimentazione Laimburg dell’Associazione turistica Tesimo-Prissiano, di Castel Katzenzungen e dei Giardini di Castel Trauttmansdorff.

vendemmia vite versoaln“Siamo molto orgogliosi della nostra vite e siamo contenti che ogni anno possiamo raccogliere l’uva e trasformarla in vino”, afferma Günther Pertoll, direttore esecutivo della Cantina provinciale Laimburg.

Secondo le stime scientifiche l’età della pregiata vite sia di oltre 350 anni, e ancor oggi dalla sua uva viene prodotto del vino. Il vino Versoaln è fruttato con riflessi verdognoli, dalla struttura delicata e con un’accentuata acidità. Può essere degustato acquistando il pacchetto “Giardini & Vino” proposto ai visitatori dei Giardini di Castel Trauttmansdorff.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136