QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Virtualizzazione degli apparati informatici negli uffici del Comune di Ala: il rinnovo entro metà 2015

martedì, 19 agosto 2014

Ala - Nella necessità di rinnovare nei propri uffici hardware, licenza di sistemi operativi e software, il Comune di Ala ha compiuto una scelta radicale: ha optato per il progetto di virtualizzazione dei server e dei desktop con terminal server, che consiste nella soluzione centralizzata in un’unica macchina dove risiedono sia i dati che i programmi, distribuiti tramite la rete sui terminali degli utenti dotati solo delle risorse indispensabili per l’avviamento e la connessione al server principale.

Il progetto di virtualizzazione consentirà di rispondere alle esigenze degli uffici comunali con una nuova gestione informatica semplificata, che minimizza gli sprechi di risorse e garantisce migliori risultati in termini di qualità e quantità. Sul fronte dei vantaggi di gestione tecnica, sono evidenti la semplificazione della manutenzione delle macchine e l’ottimizzazione delle loro stesse potenzialità; ancor più chiara è l’opportunità di risparmio: passando a soluzioni open source, tra costi di licenza per il pacchetto Office e sistema operativo Windows si può calcolare un risparmio di 500€ a postazione e una consumo energetico costantemente ridotto di 14.500watt grazie al minor impatto dei nuovi apparecchi previsti.

«Gli obiettivi della scelta» ritiene l’assessore all’informatica Franca Bellorio «sono la realizzazione di un nuovo sistema integrato che mantenga continuità con il passato ma nel contempo fornisca alla nuova organizzazione una migliorata operatività, una riduzione dei costi e una maggiore efficienza».

L’infrastruttura ICT del Comune di Ala è attualmente costituita da 50 postazioni utente interconnesse tramite una rete intranet: sono PC e notebook, di età media pari a circa 5 anni e di cui 36 utilizzano il sistema operativo Windows XP. La sede principale comunica con l’ufficio distaccato Attività Culturali tramite un ponte radio e con la Biblioteca Comunale tramite una rete MAN. Due server distribuiscono gli applicativi e i dati.

Una scelta in continuità con il passato, aggiornando il server e i soli computer desktop obsoleti, avrebbe fornito maggiore sicurezza, però sarebbe stata necessaria la manutenzione di hardware e software per ogni singola postazione. Nel corso del primo semestre del 2014, l’assessore all’informatica Franca Bellorio e l’ing. Sandro Dalbosco hanno svolto una serie di incontri con realtà limitrofe pubbliche quali Comuni e Comunità di valle ma anche aziende private per individuare la soluzione più adatta alle esigenze del Comune di Ala.

«I vantaggi del nuovo sistema» afferma Franca Bellorio «riguardano la rapidità di manutenzione e aggiornamento di una sola fonte centrale, cui gli utenti possono accedere con il proprio identificativo tramite qualsiasi dispositivo – computer, smartphone, tablet sia dalla sede municipale che dall’esterno – per usare applicativi e dati presenti sul server centrale».

Tempistica
Nell’arco del mese di agosto verrà testato il funzionamento della nuova architettura informatica e valutato l’impatto sugli operatori; in settembre sarà approntata la virtualizzazione del server, utilizzando il software VMWare, società leader nel settore delle tecnologie informatiche, e tutti gli utenti accederanno al proprio pc/desktop tramite browser e una connessione terminal/server, fornita dal programma TsPlus che non richiede l’installazione di ulteriori programmi o plugin; da ottobre 2014 a maggio 2015 è prevista la virtualizzazione dei client: creato un profilo utente sul server, sarà necessario individuare e fornire le policy adeguate ai singoli funzionari comunali, per decidere quali programmi e cartelle sono funzionali allo svolgimento dei loro compiti.

Costi
Lato server
· acquisto di un nuovo server (costo presunto Euro 10.000,00 + iva una tantum)
· acquisto licenza Microsoft Windows Server 2012 (costo presunto Euro 800,00+iva una tantum)
· acquisto programma VMWare per 5 server virtuali (nessun costo)
· acquisto programma salvataggio server virtuali (costo presunto Euro 700,00+iva una tantum)
· acquisto programma Comunigate per server mail (costo presunto Euto 2.000,00+iva una tantum)
· acquisto TSPlus per connessioni terminal/server, enterprise per numero utenti illimitato (costo
presunto 1.000,00+iva una tantum)

Lato client
· minipc (costo presunto 550,00+iva una tantum)
· terminali Praim (costo presunto 250,00+iva una tantum)
· riutilizzo pc (costo nullo).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136