QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vigili del fuoco allievi, ultimi giorni del 15° campeggio a Pozza di Fassa. Il programma di domani

sabato, 27 giugno 2015

Pozza di Fassa -  La Val di Fassa ospita fino a domani il 15° Campeggio provinciale Vigili del fuoco allievi. Un’occasione importante di conoscenza reciproca e di condivisione dei valori dei vigili del fuoco per i giovani aspiranti, ma anche il momento in cui il Trentino guarda alle nuove leve che rappresenteranno la linfa di un servizio di volontariato che da 150 anni accompagna la storia di questa terra e della sua gente. Un appuntamento sentito e in crescita: le iscrizioni di questa edizione fanno segnare un +10% rispetto al 2014, portando gli iscritti a quota 1100.

Il campeggio è iniziato con l’alzabandiera ed il benvenuto delle autorità e della Valle e il “fuoco dell’amicvigili fuoco allievi val di fassaizia”, uno dei tanti momenti di aggregazione fra i ragazzi che rappresentano uno dei pilastri portanti di questa manifestazione. Poi sono state organizzate escursioni tematiche sulle Dolomiti fassane, a piedi o in bicicletta, durante i quali è stato creato lo spirito di gruppo e conoscere il territorio con alcuni focus, ad esempio sugli incendi boschivi.

Oggi  ci sono state le manovre dei giovani allievi e alcune dimostrazioni di intervento presso la caserma del Corpo di Pozza di Fassa. In serata, sfilata per le vie dell’abitato di Mazzin e manovre presso il piazzale del “castello”.

Nella giornata finale di domani è prevista alle 9.30 la sfilata presso la via principale di Pozza di Fassa, alle 10 la celebrazione della Santa Messa e, infine, la manovra di saluto dei giovani allievi.

In tutti quattro i giorni sono previsti momenti di apprendimento e anche ludici, durante i quali i ragazzi si rapporteranno con i locali Vigili del fuoco dell’Unione VVFF Val di Fassa, apprendendo i valori di questa istituzione e dell’essere volontari, nonché di rapporto e condivisione con la realtà locale. Una delle caratteristiche di questa istituzione, infatti, è proprio quella di essere al servizio della gente e di stare “fra” la gente, ossia di essere popolare, legata al territorio e al “locale”, ai piccoli paesi, alle comunità, anche le più periferiche.

IL MESSAGGIO

“Il  15° Campeggio allievi – ha spiegato il presidente della Federazione Vigili del fuoco volontari della Provincia di Trento Alberto Flaim – rappresenta un appuntamento a cui teniamo molto, e mette in rete tutti i giovani allievi che rappresentano il futuro di questa istituzione. Nei loro confronti stiamo investendo con convinzione a livello di formazione e preparazione, perché crediamo nella necessità di un continuo rinnovamento di questa istituzione, nell’ottica del passaggio di testimone e di conoscenze fra generazioni che garantisce la continuità dei valori e dell’importanza di essere volontari. Con questi giovani e con gli oltre 6000 volontari in servizio, mettiamo a disposizione quotidianamente un’attività a favore dei cittadini e del territorio con grande spirito di servizio e di solidarietà”. Secondo Giancarlo Pederiva, ispettore del Distretto della Val di Fassa, la Valle ha accolto gli allievi nel migliore dei modi e il campeggio è stato un momento formativo, ma anche un momento di conoscenza del territorio, con escursioni e occasioni aggregative molto significative”. Infine Roberto Bertoldi, dirigente del Dipartimento Protezione civile del Trentino: “Gli allievi rappresentano un patrimonio importante per il Trentino e per il futuro dei Vigili del fuoco. Ci si rende pienamente conto dell’importanza e dell’eccellenza di questa istituzione quando ci si confronta con le altre realtà regionali che non possono vantare un’organizzazione altrettanto strutturata”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136