QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Viabilità: le valli sembrano più vicine alle città

giovedì, 9 maggio 2013

Aprica – Dopo l’apertura della variante sulla statale 42 con il by pass dell’imbuto di Cedegolo, un’altra buona notizia arriva per gli abitanti e i turisti  delle valli bresciane e valtellinesi. Dal 15 luglio si potrà percorrere un tratto della nuova statale dello Stelvio, quello che va dallo svincolo di Fuentes a Cosio.640px-Panorama_del_Castello_e_Valle_Camonica_-_Cimbergo_(Foto_Luca_Giarelli)
Lo ha annunciato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno al temine del Collegio di vigilanza dell’Accordo di programma sulla viabilità. “Anticipare il più possibile la conclusione dei lavori – ha spiegato l’assessore Del Tenno – non è un vezzo, ma è il primo modo per promuovere il turismo e l’attività produttiva delle nostre valli. L’ Anas e l’impresa costruttrice hanno analizzato puntualmente tutte le fasi di avanzamento delle lavorazioni e, dall’impresa Salini, è stato confermato il massimo impegno a recuperare il tempo perso. Tempo permettendo, non esistono altri impedimenti che rischino di far slittare la data dell’apertura al traffico e per l’estate tutto sarà pronto. I nuovi interventi dell’Anas, sia sulla statale 42 del Tonale sia sulla statale 38 dello Stelvio hanno anche una dotazione tecnologica all’avanguardia. Gli impianti di illuminazione degli svincoli con tecnologia a led, mentre i messaggi variabili a inizio e fine lotto si svilupperanno su quattro righe. La strada sarà inoltre dotata di telecamere a colori, con sistema di lettura delle targhe, così come richiesto dalla Prefettura per il controllo del territorio, e di un sistema di monitoraggio, che sarà collegato con la sala operativa Anas.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136