QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Via libera al collegamento ciclo-pedonale fra la stazione di Strigno e Castel Ivano

sabato, 7 ottobre 2017

Mezzano – Al via la realizzazione del collegamento ciclo-pedonale di Strigno con l’abitato di Castel Ivano, nel Comune di Mezzano, lungo la statale 47. La consegna dei lavori è avvenuta oggi: l’intervento parte dall’incrocio fra la statale e via “Strada della Baricata”, collegandosi al marciapiede già esistente, e costeggia sempre la strada statale 47, in direzione Trento, fino in prossimità della Stazione ferroviaria di Strigno dove è previsto un sottopassaggio (con rampe conformi alla normativa sulle barriere architettoniche). strignoNel progetto sono ricomprese anche la sistemazione di una viabilità locale che termina in prossimità del parcheggio della stazione di Strigno, e la realizzazione di due piazzole di sosta, una per senso di marcia, per gli autobus extraurbani. “Un intervento molto atteso dalla comunità locale – sottolinea l’assessore alle infrastrutture Mauro Gilmozzi – che ha come obiettivo quello di mettere in sicurezza il passaggio dei pedoni e ciclisti diretti alla stazione ferroviaria di Strigno. Ne trarranno beneficio i tanti cittadini che percorrono questa strada, e naturalmente la stessa stazione, che verrà resa più facilmente accessibile, a tutto vantaggio dell’uso del treno”.

PRINCIPALI DATI TECNICO – AMMINISTRATIVI.

Progettista: ing. Severino Sala (tecnico esterno all’amministrazione Provinciale).

Direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione: ing. Vittorio Lorenzin (tecnico esterno all’amministrazione Provinciale).

Aggiudicazione: impresa Burlon S.r.L. di Telve (TN), per un importo offerto comprensivo degli oneri per la sicurezza di € 358.950,87, corrispondente ad un ribasso del 26,783%.

Costo complessivo dell’opera: € 800.000,00.

Consegna dei lavori:

6 ottobre 2017.

Tempo di esecuzione:

Il tempo utile per l’ultimazione dei lavori è fissato in giorni 210 naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna, comprensivi delle ferie contrattuali e giorni di andamento stagionale sfavorevole, quest’ultimi quantificati in complessivi giorni 60.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136