QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Verso le amministrative in Trentino: l’Upt e il Patt rilanciano l’unità della coalizione. Intervento di Conzatti e Panizza

lunedì, 19 gennaio 2015

Trento – L’Upt e il Patt puntano a salvaguardare a tutti i livelli l’unità di tutta la coalizione. Ecco il documento firmato da Donatella Conzatti, segretaria Upt e dal segretario PATT, senatore Franco Panizza: “Le segreterie politiche provinciali dell’UpT e del PATT, anche sulla scorta del documento politico concordato con la segreteria del PD ed approvato dagli organi di UpT e PATT, rilanciano con convinzione la necessità di confermare la coalizione del Centrosinistra autonomista in tutti i centri politicamente significativi del Trentino, allo scopo di rafforzarne il peso politico a tutti i livelli ed in particolare nei confronti del Governo e del Parlamento nazionale in un momento in cui si stanno riformando gli assetti costituzionali dello Stato ed è dProvincia Trentoa più parti messa in discussione la stessa legittimazione della nostra specialità autonomista. Per questi motivi, preso atto anche delle dichiarazioni di disponibilità espresse dalla segretaria provinciale del Partito Democratico Giulia Robol, ribadiscono l’assoluta necessità di trovare in ogni Comune politicamente significativo una sintesi positiva sul programma di legislatura e di fare ogni sforzo per individuare un candidato sindaco che sia condiviso da tutte le forze politiche che compongono la coalizione”.

IL CASO ROVERETO
“Qualora non si riesca a trovare una proposta condivisa da tutti, come si sta profilando per il Comune di Rovereto, l’UpT e il PATT ribadiscono l’opportunità, al fine di salvaguardare l’unitarietà della coalizione e una volta sondate tutte le possibili proposte unitarie, in ultima istanza di organizzare assieme le “primarie di coalizione”, come occasione positiva e strumento utile per allargare la partecipazione democratica, coinvolgere la cittadinanza, e, nel contempo, investire e fiduciare a nome di tutta la coalizione il candidato sindaco. La coalizione del Centrosinistra autonomista, infatti, non deve aver paura di confrontarsi con il proprio elettorato di riferimento nelle scelte cruciali che riguarderanno le nostre comunità nei prossimi cinque anni, ma deve, al contrario, ricercare ogni soluzione per combattere l’astensionismo e l’antipolitica, veri nemici di ogni reale democrazia”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136