QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Variante Val di Riga: STA incaricata della progettazione

martedì, 24 novembre 2015

Bolzano – Per la variante Val di Riga STA sarà incaricata della progettazione. La Giunta provinciale ha approvato oggi lo schema di convenzione che regola le modalità delle progettazioni della bretella ferroviaria Val di Riga, l’allacciamento fra la linea ferroviaria della Val Pusteria e quella del Brennero. Il finanziamento di 1,5 milioni di euro proviene dal programma di misure di compensazione ambientale per la realizzazione del tunnel di base del Brennero.

Un collegamento diretto della linea ferroviaria della Pusteria con quella del Brennero, un adeguamento del centro intermodale di Bressanone, tempi di percorrenza più brevi in val Pusteria: il progetto della bretella denominata “Variante Val di Riga” tra Rio Pusteria e l’innesto sulla linea del Brennero attraverso Sciaves e Varna comporterebbe vantaggi significativi per pendolari e utenti del treno in generale.

La Giunta provinciale ha quindi approvato un ulteriore passo importante nella progettazione di questo allacciamento: il presidente Arno Kompatscher è stato incaricato dalla Giunta di sottoscrivere una convenzione con Rete Ferroviaria Italiana, Galleria di Base del Brennero (BBT) e Strutture Trasporti Alto Adige che definisce l’elaborazione di un progetto preliminare per la cosiddetta Variante Val di Riga. “Con questa intesa la STA viene incaricata di effettuareentro il 2016 la progettazione preliminare, che include tra l’altro la redazione dello studio di fattibilità, il rilievo plano-altimetrico del territorio interessato dagli interventi, indagini, prove in sito e laboratorio, per rendere possibile l’elaborazione di un successivo progetto esecutivo”, sottolinea l’assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner.

Concretamente l’intervento consiste nella progettazione della bretella “Variante Val di Riga” tra Rio Pusteria e l’innesto sulla linea del Brennero, compreso l’adeguamento del Piano regolatore generale della stazione e del centro intermodale di Bressanone e la realizzazione delle nuove fermate di Varna ed eventualmente di Sciaves.

Un gruppo di lavoro composto da Provincia e RFI coordina i lavori, che si dovranno concludere entro 450 giorni dalla firma della convenzione. Per tutti gli interventi relativi alla progettazione sono previsti 1,5 milioni di euro, “ma non appesantiranno il bilancio provinciale, perché dovranno essere messi a disposizione dalla BBT SE nel quadro del programma di misure di compensazione per la costruzione del BBT”, spiega Mussner.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136