QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Valmasino: 2,6 milioni di euro dalla Regione per la messa in sicurezza dell’abitato di Cataeggio

giovedì, 31 marzo 2016

Valmasino – “Con lo stanziamento di 2,6 milioni di euro per l’intervento di messa in sicurezza dell’abitato di Cataeggio, nel Comune di Valmasino, in provincia di Sondrio, garantiamo non solo il ripristino del territorio, ma anche una sua stabilizzazione, mettendo il piu’ possibile la popolazione della Valle al riparo da nuovi rischi”.parolo

Commenta cosi’ Ugo Parolo, sottosegretario di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la Montagna, l’approvazione, oggi, da parte della Giunta regionale, del ‘Programma di interventi strutturali e prioritari nelle aree a rischio idrogeologico molto elevato nonche’ conseguenti a calamita’ naturali’.

15 MILIONI PER 29 INTERVENTI COMPLESSIVI
Il ‘Programma’, approvato dall’Esecutivo di Palazzo Lombardia per iniziativa dell’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, Viviana Beccalossi, prevede uno stanziamento complessivo di 15 milioni di euro per 29 interventi di prevenzione del rischio idrogeologico.

INTERVENTO FONDAMENTALE
“L’intervento previsto nel Comune di Valmasino – prosegue Parolo – e’ tanto piu’ importante, se si considera che lo stesso e’ stato colpito nel gennaio 2016 da ingenti smottamenti di rocce, alberi e materiale per 5.000 metri cubi, che hanno messo in pericolo la popolazione e costretto diverse famiglie ad abbandonare le proprie abitazioni”.

GARANTITO MONITORAGGIO AREA
“Desidero ringraziare l’assessore Beccalossi e l’intera Giunta regionale per questo Piano di tutela del nostro territorio e, in particolare, per l’intervento nel Comune di Valmasino – conclude il sottosegretario – soddisfatto perche’ questa azione garantira’ nuove misure di sicurezza e un continuo monitoraggio dell’intera area”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136