Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Valli prealpine lombarde, Parolo: “Al via nuovo bando con 6 milioni di risorse aggiuntive”

venerdì, 19 gennaio 2018

Darfo – “Con l’obiettivo di rendere piu’ efficace sul territorio l’impatto del fondo regionale per lo sviluppo delle Valli Prealpine, oggi stanziamo 6 milioni di euro aggiuntivi da destinare sia per un bando di selezione per il finanziamento di nuove aree sia per implementare le risorse delle strategie di sviluppo locale gia’ finanziate”. Al termine della seduta di Giunta regionale, commenta cosi’ Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la montagna, l’approvazione della proposta dei nuovi criteri per l’applicazione del ‘Fondo regionale territoriale per lo sviluppo delle valli prealpine’.

ugo paroloI DESTINATARI DEL RIPARTO – “Questo provvedimento – continua Parolo – prevede la messa a disposizione di 3 milioni di euro, stanziati per l’anno 2018, e 3 milioni di euro per l’anno 2019.

Le risorse garantiranno, per oltre 4 milioni di euro, il finanziamento di 4 nuove strategie d’area mentre la restante quota verra’ destinata per ampliare le risorse per le aree selezionate nel primo bando: nello specifico, 3 quote da 270.000 euro per le strategie selezionate che prevedono la partecipazione di due Comunita’ montane, mentre 4 quote da 120.000 euro per le strategie selezionate composte da una sola Comunita’ montana”.

I PERCHE’ DEL FONDO – “Questo fondo – spiega il sottosegretario – e’ uno strumento nato a sostegno della crescita dei territori montani e della valorizzazione delle loro specificita’, per mezzo di strategie di sviluppo locale che si pongono come obiettivi prioritari quelli di migliorare l’implementazione delle politiche a favore delle aree piu’ marginali col fine di promuovere una maggiore qualita’ della progettazione locale e, non da ultimo, di favorire gli investimenti pubblici di questi territori”.

ATTRATTIVITA’ MONTAGNA – “Tali risorse – conclude il sottosegretario -, che vanno ad aggiungersi a quelle gia’ assegnate lo scorso aprile, per un totale di 15 milioni di euro, costituiscono un sostegno concreto allo sviluppo socio-economico della montagna. Non posso che essere soddisfatto anche perche’, alla luce dell’esperienza del primo bando, le modalita’ innovative di selezione e il lavoro di animazione e di confronto territoriale effettuato ci hanno permesso di andare incontro alle vere esigenze dei territori montani”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136