QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Valle Sabbia: da Regione Lombardia 23 milioni per salvaguardia e tutela del territorio. Gli interventi

martedì, 2 agosto 2016

Idro – “Con questa delibera abbiamo approvato un programma di interventi legato alla valorizzazione turistica e alla viabilita’ dell’area Alta Valle Sabbia”. Lo dichiarano Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del Suolo e Citta’ metropolitana e Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione Alpina (Eusalp), ai Quattro Motoriper l’Europa e alla Programmazione negoziata, al termine della seduta di Giunta regionale.maroni beccalossi parolini

L’IMPORTO
“Lo schema di convenzione – spiega il sottosegretario – prevede l’avvio di un programma di interventi strategici sul territorio dell’Alta Valle Sabbia (Brescia), per i quali convergono finanziamenti per 4 milioni di euro da Regione Lombardia, per quasi 11 milioni dal Fondo Comuni Confinanti, di 6 milioni dalla Provincia autonoma di Trento e 2 milioni dalla Provincia di Brescia”.

GLI INTERVENTI
“Il programma – aggiunge Parolo – consente di completare il quadro finanziario della galleria di Valvestino, che migliorera’ sensibilmente l’accessibilita’ dei Comuni di Magasa e Valvestino. Inoltre, verranno finanziati interventi che riguardano la viabilita’ del comune di Bagolino e l’accessibilita’ al comune di Idro, con ulteriori interventi di valorizzazione della Rocca d’Anfo”.

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO
“Si tratta – aggiunge Viviana Beccalossi – di una serie di interventi davvero importanti per la provincia di Brescia, e in particolare la Val Sabbia, alla quale da sempre Regione Lombardia presta particolare attenzione. La difesa e la salvaguardia del territorio sono elementi imprescindibili per valorizzare ulteriormente il patrimonio paesaggistico e turistico della Valle”.

“Inoltre – conclude l’assessore Beccalossi -, i finanziamenti daranno un’importante boccata d’ossigeno ai nostri agricoltori, che spesso durante l’estate si trovano a dover fare i conti la scarsita’ di precipitazioni, che mette in sofferenza il bacino del Lago d’Idro, rendendo quindi necessario un maggiore rilascio di acqua a monte”.

“Con questa delibera - conclude Parolo – si approva inoltre un accordo di collaborazione con le Province di Trento e di Brescia, nel quale si definisce in modo dettagliato la gestione coordinata delle risorse idriche del bacino idrografico del fiume Chiese, con particolare riferimento alla fase legata alla messa in sicurezza delle opere di regolazione del Lago d’Idro. Si tratta di un accordo che evidenzia ancora una volta la volonta’ di Regione Lombardia e della Provincia di Trento di lavorare insieme su obiettivi comuni, per garantire la salvaguardia e la tutela del territorio”.

PAROLINI: ”FONDAMENTALE COORDINAMENTO REGIONE PER ARMONIZZARE SCELTE”

“E’ un provvedimento molto importante e organico, che permette di valorizzare la Val Sabbia per il quale Regione Lombardia ha giocato un ruolo di coordinamento fondamentale nell’armonizzazione delle scelte che abbiamo adottato in questo programma di interventi strategici”. Commenta cosi’ Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, la delibera, approvata oggi dall’Esecutivo di Palazzo Lombardia, che prevede un programma di interventi legato alla valorizzazione turistica e alla viabilita’ dell’area Alta Valle Sabbia (Brescia).

VIABILITA’ E ACQUE, ORA PIU’ COMPETITIVI
“In particolare, - prosegue Parolini – gli interventi sulla viabilita’ permettono di completare e integrare opere strategiche per la mobilita’ nella valle. Inoltre il Lago d’Idro, che e’ in grado di esprimere un grandissimo potenziale turistico, trarra’ vantaggio anche dall’accordo sui livelli delle acque. Le risorse messe a disposizione sul Fondo Comuni Confinanti e rese disponibili attraverso l’accordo contenuto nella delibera pongono infatti rimedio alla forte concorrenza che questo territorio subisce dai vicini Comuni trentini”.

ROCCA D’ANFO TRAINA SISTEMA TURISTICO
“In ambito turistico - conclude l’assessore – l’ulteriore valorizzazione della Rocca d’Anfo, una delle piu’ importanti fortezze napoleoniche presenti in Italia e luogo dall’immenso valore storico e architettonico, costituisce infine un’importante azione, in grado di trainare l’intero sistema turistico di riferimento”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136