QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Valdastico: la Provincia di Trento si oppone al prolungamento. Il ministro Lupi studia alternative

venerdì, 4 aprile 2014

Trento – La Provincia autonoma di Trento riconferma la propria posizione in merito al progetto Valdastico. Lo fa attraverso il presidente Ugo Rossi che ha avuto un incontro con il ministro alle infrastrutture e trasporti Maurizio Lupi che ha convocato Trentino, Veneto e società A4 per affrontare un tema fortemente dibattuto. Lo stesso Lupi – di fronte all’impossibilità da parte trentina di accettare l’opera – ha proposto di riaggiornare il vertice tra trenta giorni. In questo lasso di tempo saranno messe a fuoco delle alternative.

 IL MINISTEROtraffico autostrada trentino

Dal ministero arriva l’invito a riconsiderare la fattibilità dell’intervento sul quale però il presidente della Provincia autonoma di Trento ha riconfermato tutti i dubbi. “Abbiamo sempre detto e siamo tuttora convinti che il prolungamento della Valdastico a Nord con la realizzazione dell’ultimo tratto in Trentino non è coerente con un quadro generale della mobilità che punta a trasferire quanto più traffico possibile dalla gomma alla rotaia”. Il ministro ha così proposto di usare ulteriori trenta giorni per valutare le possibili alternative prima di adottare i provvedimenti previsti dalle legge obiettivo.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136