QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Val Trompia: 100mila euro dalla Provincia per sistemare la Sp50 tra Vestone e Tavernole

mercoledì, 4 novembre 2015

Pertica Alta – La Provincia di Brescia, nell’intento primario di migliorare la rete stradale di propria competenza e di aumentare gli standard di sicurezza, ha intensificato interventi per l’eliminazione di situazioni di particolare criticità.

Nell’ambito di tale obiettivo è previsto l’allargamento tratto di Sp 50 compreso tra il km. 11+393 e il km. 12+031 il cui costo complessivo ammonta ad 100mila euro.

La Provinciale 50 è di collegamento tra il comune di Vestone, centro di fondo Valle della Valle Sabbia e il comune di Tavernole sul Mella, centro di fondo valle della Val Trompia. Lungo il suo tracciato attraversa i Comuni di Pertica Alta e di Marmentino.

Il percorso presenta le caratteristiche tipiche delle strade di montagna, brevi rettifili intervallati da numerose curve con piccoli raggi di raccordo, livellette con pendenze medie del 7- 8% e carreggiata di larghezza variabile dPertica Altaai 3,50 ai 6,00 ml.

La piattaforma stradale è ricavata per lo più nel versante attraverso scavi e riporti della roccia, sostenuti da muri di sostegno o di controripa in pietrame a secco o con intasamento di malta. “Gli interventi sin qui eseguiti – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli – sono stati caratterizzati prevalentemente da lavori riqualificazione di brevi tratti e di mantenimento e conservazione dello stato dell’arte, eseguiti a seguito del verificarsi di situazioni di pericolo derivate da crolli o ammaloramenti più o meno estesi”.

Situato tra la frazione di Odeno e Lavina, l’intervento è compreso tra il km 11+939 e il 12+031 per uno sviluppo di 94 ml. Il tratto di strada si colloca ad una quota di 880 metri sul livello del mare,  si presenta con pendenze longitudinali tra i 4-6%, larghezza della carreggiata tra i 3.50 e 5.50 ml, delimitata, a monte da muri di controripa in calcestruzzo e da un vecchio casolare abbandonato, a valle da aree tenute a prato. Lungo il tratto in oggetto non sono presenti linee aeree o sotterranee.

“L’allargamento stradale in oggetto – ha sottolineato il consigliere provinciale Antonio Bazzani – effettuato completamente a valle, è sostenuto lateralmente da una scarpata realizzata in terra armata. Il sistema di smaltimento dell’acqua di piattaforma, non essendo presenti fognature o canali, è mantenuto uguale allo stato di fatto. In virtù della pendenza della strada, verso il ciglio in lato destro, I’ acqua defluisce per dispersione lungo la scarpata, mentre verso il lato sinistro viene incanalata nei grigliati esistenti e attraverso tubazioni dispersa lungo il versante a valle”.

In conformità alla normativa, sono previsti per la protezione del margine laterale nelle sezioni in rilevato dispositivi di ritenuta tipo guard-rail, le cui caratteristiche dipendono, oltre che dalla loro ubicazione, dal tipo della strada, nonché dal traffico cui la stessa è interessata. Per i tratti di raccordo tra barriere di nuova fornitura e barriere esistenti di tipo differente, si devono sempre adottare le giunzioni ed i raccordi previsti dal costruttore, curando che non rimangano in alcun caso discontinuità delle lame.

NOTE TECNICHE
Le barriere di sicurezza sono completate sulle testate con gli appositi elementi terminali
Con l’attuazione del progetto in oggetto la larghezza definitiva della sede stradale risulta la seguente:
- da progressivo va km 11+939 a km 11+960 tratto di raccordo, con carreggiata variabile da 4.00 ml 5.50 ml, banchina dx 0.50 ml e ciglio da 0.75 ml, banchina sx variabile da 0.20 ml a 0.50 ml;
- da progressiva km 11+960 a km 12+017, carreggiata da 5.50 ml, banchine 0.50 ml, ciglio dx 0.75 ml;
-da progressiva km 12+017 a km 12+031 tratto di raccordo, con carreggiata variabile da 5.50 ml 5.00 ml, banchine 0.50 ml, ciglio da 0.75 m.

La sovrastruttura stradale in allargamento, di tipo semi-rigido, è costituita dalla seguenti stratigrafie:
- strato di usura in conglomerato bituminoso di 3 centimetri;  strato di binder in conglomerato bituminoso di 4;  strato di base in conglomerato bituminoso di 6;  strato di fondazione in misto cementato di 25 centimetri.

Consultando il Pgt del Comune di Pertica Alta la Provincia rileva che l’ allargamento della strada si realizzerà nella fascia di rispetto stradale della S.P.50 in ambito agro silvo pastorale prati e pascoli, aree soggette a vincolo idrogeologico di cui al R.D. 3267/23 art. 7 L. 8/76 e L. 80/89.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136