QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Val di Fiemme: Moreno Giacomelli è il boscaiolo dell’anno

martedì, 9 settembre 2014

Castel Molina – Il boscaiolo dell’anno è Moreno Giacomelli.  Ha vinto la cinquantesima gara del Boscaiolo promossa dalla  Comunità di Fiemme allo stadio naturale di Piazzòl, a Castello Molina (Trento) al termine di un confronto basato su doti atletiche e professionali che ha visto una grande partecipazione di pubblico.
Sono stati infatti oltre mille gli spettatori accorsi ad assistere alle tre prove che richiedono precisione unita alla potenza muscolare: abbattimento del palo con la motosega, taglio del tronco con l’accetta e strascico del tronco con lo zappino.
A contendersi il titolo sono stati Moreno Giacomelli (Molina), Nicola Morandini (Castello) e Fausto Bordiga (Predazzo), che hanno conquistato le prime tre posizioni. Patrizio Giacomelli (quarto in classifica generale e fratello del vincitore), Matteo Delladio, Pierangelo Giacomuzzi, Remo Bortolas e Davide Baiocco.
Grande spettacolo, grande tifo e grande professionalità sono stati i componenti di una splendida giornata allietata dal sole e vissuta in una natura spettacolare. Ad animare l’evento vi è poi stata la dimostrazione del Servizio Foreste e Fauna della Provincia Autonoma di Trento dedicata alla sicurezza nel bosco e la presenza dell’assessore provinciale Michele Dallapiccola. A fare da contorno le esibizioni della Banda di Molina e del Coro dei Vigili del fuoco di Fiemme.

LA GARA 
La competizione era articolata in qualificazioni semifinali e finali. Proprio gli ultimi turni hanno regalato emozioni in quantità ed anche un grande equilibrio tra i contendenti.
Nella prova di taglio del tronco con l’accetta sfida tutta in famiglia con Moreno Giacomelli che ha battuto il fratello Patrizio.
Nella specialità del trascinamento per alcuni metri di un tronco (borel) del peso di quattro quintali il più veloce è risultato Nicola Morandini (foto in basso) davanti a Moreno Giacomelli.
Infine, nel taglio di precisione di un tronco alto alcuni metri il migliore è stato l’ex fondista Luca Bordiga che in semifinale ha centrato il palloncino a terra e in finale ha superato Matteo Delladio (quinto al termine) con uno scarto di 57 centimetri (31 a 88).
Al termine la premiazione con lo Scario Giuseppe Zorzi e Comitato Organizzatore, guidato dal regolano Filippo Bazzanella.
E i ringraziamenti a Enti e sponsor che hanno consentito di organizzare anche questa 50.a edizione: Magnifica Comunità di Fiemme, Comune di Castello Molina, Azienda forestale Felix Barone Longo, Bim dell’Avisio, Provincia Autonoma di Trento, Gruppo Ana di Molina, Associazione Boscaioli, Parrocchia di Molina, Comitato manifestazioni locale, Presidenza della Regione Trentino Alto Adige, Stihl Italia con il dealer locale Mario Vanzo di Cavalese, Husqvarna, Elettromeccanica Lazzeri, Sparkasse di Bolzano, Bancoline di Fiemme e Zootrentina di Roverè della Luna.
Per festeggiare i 50 anni di questa manifestazione venerdì sera è stato presentato a Molina un libro che narra lo stretto legame tra una terra, la sua ricchezza, i suoi abitanti e le loro tradizioni a cura di Filippo Bazzanella, del professor  Adriano Bazzanella, del giornalista Mario Felicetti e del dottor Giorgio Behmann Dell’Elmo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136