QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Universiade Trentino: la torcia fa tappa nei luoghi simbolo delle istituzioni e dello sport

venerdì, 8 novembre 2013

Roma – Dalla capitale al Trentino. La torcia dell’Universiade percorre le strade di Roma e  nella seconda giornata del suo viaggio verso Trento la “genziana” delle Alpi a illuminare i luoghi istituzionali e sportivi simbolo dell’Italia.

IL TOUR 

Dopo l’accensione e la benedizione della torcia avvenuta in piazza San Pietro da parte di Papa Francesco, la “genziana” delle Alpi ha iniziato la seconda giornata romana partendo dalla piazza del Quirinale con il carabiniere Jacopo Marin, specialista di atletica leggera, primo tedoforo. Prifiaccola Papama tappa è stato il Ministero dello Sviluppo economico, dove la torcia, portata dalla tedofora Francesca Quondamcarlo (Scherma spada – Fiamme Azzurre), è stata accolta dal viceministro allo sviluppo economico, con delega all’internazionalizzazione e al commercio estero, Carlo Calenda. Quindi la torcia ha raggiunto Palazzo Chigi con Giordano Broccoli, pallavolista del Cus Roma. Ad accoglierla è stato il ministro agli Affari regionali, Autonomie speciali e Sport, Graziano Delrio.

La delegazione di Trentino 2013, guidata dalla rugbista Leila Pennetta (CUS Roma) si è quindi spostata al Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, dove è stata ricevuta dal consigliere Marco Lipari. Ultima tappa  in Campidoglio con il sindaco Ignazio Marino e l’assessore Luca Pancalli (Qualità della vita, Sport e Benessere di Roma Capitale). Immancabile la foto sotto il Marco Aurelio. Poi la torcia ha raggiunto la sede del CUSI, dove c’erano il vicepresidente Artemio Carra (membro del CIO di Trentino 2013) e Francis Cirianni, membro del Consiglio CUSI. L’onore di correre con la fiaccola è toccato a Pasquale Rutigliano, maratoneta dell’Esercito. La giornata romana si è quindi conclusa con le tappe alla Farnesina, al Coni e al MIUR

LE PRESENZE

Maria Chiara Carrozza, ministro all’Istruzione, all’Università e alla ricerca, ha confermato che sarà presente alla cerimonia inaugurale della 26esima Universiade invernale Trentino 2013, in programma nella giornata dell’11 dicembre a Trento. La ministra Carrozza ha accolto in tarda serata la fiaccola dell’importante evento multidisciplinare e internazionale che si svolgerà dall’11 al 21 dicembre in varie località del Trentino. L’arrivo della torcia al MIUR (tedofore le rugbiste Rebecca Triolo e Ada Lombardi) ha concluso la seconda intensa giornata del tour ospitato nellUniversiade1a capitale. Nell’incontro con la ministra, il presidente Anesi le ha anche chiesto di partecipare ai lavori della conferenza internazionale dedicata a sport e innovazione che avrà luogo a Rovereto il 9 e 10 dicembre quale anteprima dell’Universiade.

AL CONI

Lo schermitore Aldo Montano (Fiamme Azzurre), campione olimpico già partecipante all’Universiade 1999 a Palma di Mallorca, ha portato la torcia dal Ministero degli Affari Esteri al CONI, dove è stato accolto dal presidente Giovanni Malagò. La fiaccola era partita dalla statua di Pomodoro posta davanti alla Farnesina. Qui sono stati il sottosegretario Mario Giro e il ministro plenipotenziario Luigi Vignali ad accogliere il gruppo delle Universiadi con tedoforo Giuliano Ricchiuto, pallavolista del CUS Roma. “Lo sport può essere anche strumento di ‘soft diplomacy’ per rafforzare la presenza e l’immagine dell’Italia sulla scena internazionale – ha detto il sottosegretario nell’accogliere la torcia -. Si trasforma anche in un veicolo ideale per favorire la penetrazione commerciale del nostro Paese all’estero”.  Il viaggio verso Trento e l’apertura dell’Universiade prosegue.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136