QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tutela dell’ambiente e biodiversità alpina: confronto al Palafiemme di Cavalese. Lozzer (PATT): “Serve una strategia comune”

venerdì, 27 novembre 2015

Cavalese – Biodiversità, un progetto per il Trentino. Si è tenuto ieri sera al Palafiemme di Cavalese un convegno dal titolo “La tutela dell’ambiente nell’Unione Europea – Sfide e opportunità per la biodiversità alpina”. A fare gli onori di casa il consigliere provinciale Graziano Lozzer e oltre a lui, a testimonianza della grande valenza degli argomenti trattati, erano presenti due europarlamentari quali gli onorevoli Herbert Dorfmann e Giovanni La Via sono intervenuti alla serata anche il senatore Franco Panizza e l’assessore della Giunta Provinciale Mauro Gilmozzi.

Il consigliere provinciale Graziano Lozzer (PATT)  ha voluto iniziare da Cavalese a lanciare un forte messaggio a favore della tutela della biodiversità perché Cavalese occupa un ruolo centrale per quanto riguarda le valli dconvegno lozzerell’Avisio e da Cavalese vuole partire un coinvolgimento dei cittadini nella tutela della biodiversità nelle nostre vallate, nei nostri territori; la risposta dei cittadini è stata sicuramente all’altezza dell’evento come testimoniato da una sala affollata e attenta.

La serata ha visto la partecipazione da parte di numerosi agricoltori della Valle di Fiemme, di Fassa, Cembra, Bersntol (Valle dei Mocheni) e non solo, numerosi erano gli amministratori presenti di comuni provenienti da varie zone del Trentino oltre ai presidenti dei caseifici e ai dottori del servizio veterinario.

Durante il suo intervento, il consigliere Lozzer ha portato dei dati secondo cui L’Italia, con un trentesimo della superficie Ue, detiene il 50% della biodiversità vegetale e il 30% di quella animale del continente europeo. Un patrimonio che va salvaguardato, rappresentando un valore aggiunto della produzione agricola che merita di essere sostenuto, anche economicamente.Lozzer convegno

Continua poi Lozzer sottolineando come la tutela della biodiversità nei nostri territori sia garantita e sia custodita con tenacia dalle piccole aziende agricole di montagna anche tramite il concetto della multifunzionalità, ma non da sole, tutto questo viene fatto anche grazie alla sinergia che si crea con le amministrazioni comunali che sono anch’esse altrettanto attente e garanti della biodiversità alpina.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136