QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Turismo in crescita sul Bondone e nella Valle dei laghi. Effetto cultura sulla città di Trento

giovedì, 13 agosto 2015

Valle dei Laghi – Confermato un grande trend in crescita anche per il mese di luglio: presenze turistiche negli alberghi in aumento nel periodo gennaio-giugno con +5,58%. Sono l’offerta culturale di qualità e i grandi eventi i punti di forza del turismo dell’ambito di Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi. Questi assi strategici, che costituiscono la priorità delle linee guida APT, hanno consentito agli alberghi del territorio di migliorare il proprio trend nel primo semestre del 2015.

Di particolare interesse la crescita degli arrivi e delle presenze dall’estero per le strutture alberghiere dell’ambito, rispettivamente 39.792 con un +13,24% e 104.308 con un +14,49% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Gli arrivi italiani nel primo semestre dell’anno negli hotel dell’ambito risultano in crTrento Museo 1escita del +3,99% con 66.601 unità, mentre le presenze sono sostanzialmente stabili con 133.796 unità.

Il dato complessivo conta 106.393 arrivi (+7,26%) e 238.104 presenze (+5,58%). La permanenza media è di 2,3 giornate vacanza con il 40% di presenze straniere.

I dati del mese di luglio sono molto positivi e delineano un inizio d’estate in crescita. La proiezione per gli alberghi dell’ambito su un inserimento effettivo del 95% delle strutture è di circa 56.000 presenze (+5%) e 26.000 arrivi.

Il mese di luglio è avviato a chiudere con il segno più anche per i dati alberghiero + extralberghiero.

Nel complesso, sommando alberghiero + extralberghiero l’andamento dell’ambito Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi è positivo e ha già raggiunto il mezzo milione di presenze.

EVENTI CULTURALI

Sul piano dell’offerta culturale il Castello del Buonconsiglio, il MUSE e la tematica della Grande Guerra con le mostre a Le Gallerie hanno dimostrato di suscitare grande interesse tra i turisti. Moltissimi, soprattutto tra gli italiani, sfruttando anche i vantaggi offerti dalle Guest Card Trentino e Trentino Rovereto Card, hanno scelto di inserire queste visite nella loro vacanza. Gli stranieri hanno dimostrato interesse soprattutto per l’area archeologica del Sas, il Castello del Buonconsiglio, il centro storico, il Duomo ed il Museo Diocesano.

«La nostra proposta turistica si è strutturata con sempre maggiore convinzione su grandi eventi sportivi di qualità e che favoriscono l’internazionalizzazione dell’offerta turistica, come la Leggendaria Charly Gaul, – sostiene Elda Verones, direttrice dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi . – E su un’offerta culturale eccellente, un ambiente naturale unico con i laghi e la montagna con possibilità di trekking, mountain bike e le opportunità offerte dalle piste ciclabili, senza dimenticare i numerosi siti di particolare interesse storico artistico.

«Lo dimostrano i dati turistici nell’immediato, ma non solo. Eventi importanti generano anche
una formidabile promozione dell’immagine del nostro territorio, un investimento nel medio termine che consolida la nostra attrattiva turistica.

«I punti di forza dell’estate per l’ambito sono la vacanza a misura di famiglia sul Monte Bondone e l’offerta naturalistica ed enogastronomica in Valle dei Laghi, che ha trovato un’ulteriore importante valorizzazione con la Centrale Idroelettrica di Santa Massenza.»

TRENTO
Nei primi sei mesi dell’anno l’andamento della città di Trento è in crescita e il settore alberghiero totalizza 81.705 arrivi (+ 5,93%) e 144.339 presenze (+ 0,52%). Gli arrivi e le presenze straniere spingono la città del Concilio a migliorare la propria perfomance con 29.040 arrivi (+ 9,94%) e 53.111 presenze (+ 6,78%).

La differenza è costituita dagli arrivi e dalle presenze italiane che costituiscono sempre il mercato di riferimento.

Nei primi sei mesi del 2015, i primi posti nelle provenienze italiane sono Lombardia, Veneto, Lazio ed Emilia-Romagna, mentre Molise (+42%), Basilicata (+27%), Calabria (+30%) e Lazio (+15%) sono le regioni italiane con il maggior incremento percentuale rispettivamente.

Per quanto riguarda l’estero, la Germania con quasi 15.000 presenze si conferma regina dei mercati esteri coprendo un 35% del totale dei pernottamenti stranieri, seguita da Stati Uniti d’America, Austria, Gran Bretagna, Francia e Svizzera con incrementi fra il 15% e il 39%.

MONTE BONDONE
Dopo l’ottimo inverno sul Monte Bondone descritto dal periodo dicembre 2014 – marzo 2015, parte decisamente bene anche l’avvio della stagione estiva.

Gli alberghi della montagna di Trento vantano infatti nell’ultimo inverno 21.545 arrivi per +6,35% e 87.254 presenze +5,07%.

Come anticipato, la proiezione del bimestre giugno e luglio (gli inserimenti effettivi sono al 95%) descrivono rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso un’interessante crescita che va oltre un +30% sia per gli arrivi (8.436) che per le presenze (29.036).

Negli hotel del Monte Bondone, le principali provenienze italiane si confermano Lombardia, Veneto e Emilia Romagna. Per l’estero la Germania è al primo posto (oltre 11.000 presenze) seguita da Olanda, Belgio e Danimarca.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136