QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Truffa al parroco di Ardenno, proseguono le indagini e l’Enel ricorda ai cittadini tre regole fondamentali

sabato, 1 febbraio 2014

Ardenno – Proseguono le indagini sul truffatore seriale, il 62enne di Civitanova Marche smascherato dai carabinieri di Ardenno dopo aver raggirato il parroco. Nel frattempo l’Enel, in riferimento all’episodio di truffa avvenuto ad Ardenno, ritiene necessario mettere in guardia tutti i cittadini ricordando tre regole fondamentali:

1. pretendete l’esibizione del tesserino Enel di riconoscimentotruffa Enel

2. in nessun caso un dipendente Enel può riscuotere denaro

3. i tecnici e i venditori Enel indossano un’apposita divisa.

L’azione di coloro che si presentano ai cittadini millantando di essere dipendenti Enel, oltre a costituire una vera e propria truffa che spesso si trasforma anche in furto di denaro e di oggetti di valore, rappresenta un danno all’immagine dell’azienda e di tutti i dipendenti che ogni giorno lavorano con professionalità per garantire il servizio di fornitura dell’energia o per promuovere al domicilio dei clienti le nuove offerte per il mercato libero.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136