QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento Smart City Week: alleanza tra cittadini e istituzioni per comunità intelligenti

venerdì, 2 settembre 2016

Trento - Alleanza fra cittadini, istituzioni e tecnologia per costruire le comunità intelligenti del futuro. Trento Smart City: un luogo a disposizione di tutti.trento 1

Trento Smart City Week, dal 10 al 15 settembre, vuole essere un luogo a disposizione di tutti per conoscere, confrontarsi e partecipare alla costruzione delle comunità intelligenti del futuro. Smart City è la città intelligente a misura di persona, è Trento ma è anche il sistema trentino: l’iniziativa nasce infatti dal riconoscimento internazionale assegnato al capoluogo, e al territorio provinciale, da parte di IEEE, un organismo scientifico internazionale, che ha scelto Trento tra le prime cinque città di riferimento sul tema Smart City and Smart Communities, la cui Conferenza costituirà una parte dell’evento generale che si è inteso condividere con i cittadini.
I risultati di questo lavoro, e molto altro ancora, verranno presentati durante Trento Smart City Week 2016: sei giorni di iniziative, tavole rotonde, workshop, approfondimenti scientifici, presentazioni, per toccare con mano i servizi e le iniziative smart, cioè innovative, facili ed intelligenti. L’evento, suddiviso in tre parti – divulgativa, progettuale e accademica – ha ottenuto il patrocinio di Anci – l’Associazione nazionale comuni italiani, già partner dell’iniziativa attraverso l’Osservatorio nazionale Smart City. L’ingresso agli eventi rivolti al pubblico è libero e gratuito, fino ad esaurimento posti.

In senso lato le origini di Trento Smart City Week possono essere fatte risalire ad oltre trent’anni fa, quando il senatore Bruno Kessler decise il nuovo corso dell’Istituto Trentino di Cultura istituendo l’IRST, Istituto per la Ricerca Scientifica e Tecnologica che quasi pioneristicamente cominciò ad occuparsi di quella che allora veniva chiamata Intelligenza Artificiale. Questa visione, e il sostegno che la Provincia autonoma di Trento ha garantito negli anni, hanno permesso lo sviluppo e l’affermazione di competenze nel campo dell’ICT riconosciute internazionalmente e la creazione di uno zoccolo culturale forte, di cui FBK e l’Università degli Studi di Trento sono solo le realtà principali, capaci anche di permeare la comunità trentina.
È da questo scambio tra accademia e ricerca, enti territoriali, aziende locali e nazionali o internazionali, associazioni che, nel tempo, sono nati progetti di ricerca ed innovazione su tematiche proprie dalla Smart City. I risultati e l’esperienza maturata in queste azioni hanno reso forte e vincente la candidatura di Trento come Smart City di riferimento, quando IEEE ha lanciato il suo bando. Il ruolo di città IEEE prevede che nelle città prescelte venga organizzato un evento scientifico mondiale su uno dei temi principali riguardanti la Smart City, nel caso di Trento “La qualità della vita”, che si tiene dal 12 al 15 settembre.
Il concetto di Smart City insiste sulla partecipazione dei cittadini: Trento Smart City Week nasce da una proposta del Comune di Trento di restituzione e divulgazione dedicata alla cittadinanza in coincidenza con la conferenza scientifica, così da rafforzare, anche simbolicamente, la visione di sistema dell’azione territoriale. In quest’ottica, la Provincia ed i partner hanno promosso e contribuito all’estensione dell’evento anche alla sessione progettuale dedicata al territorio, alle pubbliche amministrazioni ed alle aziende e alla sessione divulgativa rivolta ai cittadini.

HANNO DETTO

Alessandro Andreatta, sindaco di Trento: “Smart City Week è il punto di arrivo di una strategia che ha puntato sulle componenti immateriali dello sviluppo, aprendosi all’innovazione. Una città intelligente non è solo una città tecnologica: è un luogo nel quale si riproducono il capitale umano e il capitale sociale di una comunità”.

Ugo Rossi, governatore del Trentino: “Il nostro territorio, dal fondovalle ai comuni montani, è coinvolto in un percorso di costruzione di quella che vorrei definire “comunità intelligente”, dove la digitalizzazione va di pari passo con l’inclusività e la coesione, perché i territori smart sono anche luoghi nei quali le tecnologie riescono a ridurre i divari sociali e sono al servizio di tutti”.

Chiara Maule, assessora all’innovazione, partecipazione, semplificazione e formazione del Comune di Trento: “Una città smart è uno spazio dove è più facile conciliare tempi e spostamenti. In una “città più vicina ai cittadini” la trasparenza è il fondamento della partecipazione: è possibile l’accesso e l’interscambio di informazioni per costruire proposte e condividere idee”.

Sara Ferrari, assessora all’Università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo della Provincia autonoma di Trento: “Trento Smart City Week nasce dal riconoscimento che IEEE ha tributato alla comunità accademica e scientifica trentina ed alla sua capacità di costituire con la città, le amministrazioni territoriali e le imprese un gruppo di valore; l’evento è per il sistema Trentino della ricerca un’occasione di restituzione e di confronto con i propri cittadini”.

Paride Gianmoena, presidente Consorzio dei Comuni Trentini: “Ideare, realizzare e mettere in campo iniziative con lo scopo di contribuire alla realizzazione di una Community Trentina sempre più smart. Un impegno profuso dal Consorzio dei Comuni Trentini in favore di Comuni e Comunità di Valle, anche attraverso un’intesa con la Provincia autonoma di Trento”.

Innocenzo Cipolletta, presidente dell’Università di Trento: “L’innovazione è la chiave della crescita economica delle nostre città, dei territori e del nostro Paese. La crescita della qualità rappresenta essa stessa un contributo irrinunciabile alla crescita economica”.

Francesco Profumo, presidente Fondazione Bruno Kessler: “L’innovazione tecnologica e sociale deve avere al centro le persone e le comunità. FBK è partner tecnologico di diversi progetti già avviati sul territorio, nuovi servizi digitali permetteranno l’integrazione fra l’apporto dell’amministrazione, il frutto della ricerca, il contributo dell’industria e l’ascolto dei cittadini”.

Dario Petri, coordinatore IEEE Smart Cities Iniziative: “Trento è stata selezionata come “Smart City” dalla IEEE, la più prestigiosa organizzazione no-profit nell’ambito delle nuove tecnologie. Altre città selezionate sono: Guadalajara (Messico), Wuxi (Cina), Kansas City (USA) e Casablanca (Marocco). Trento Smart City si propone come un laboratorio in cui i cittadini e le comunità danno forma alla società del futuro”.

Trento Smart City Week è un progetto condiviso da: Comune di Trento, Provincia autonoma di Trento, Università degli Studi di Trento, IEEE – Institute of Electrical and Electronics Engineers, Consorzio dei Comuni Trentini, Fondazione Bruno Kessler, Azienda provinciale per i Servizi Sanitari, Progetto Collaborazione Territoriale ICT, HIT – Hub Innovazione Trentino, EIT Digital, Apt Trento – Monte Bondone – Valle dei Laghi, MUSE – Museo delle Scienze, IEEE Smart Cities, con il patrocinio dell’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Trento Smart City Week è da: Fastweb Spa, operatore TLC nazionale, presenterà nei giorni dell’evento un video a 360° della città di Trento; Autostrada del Brennero Spa, mostrerà ai visitatori l’automobile ad idrogeno con la quale sta conducendo sperimentazioni; Informatica Trentina, farà vedere il lampione intelligente risultato di uno dei progetti che la vede coinvolta e protagonista.

Contribuisce: Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, ente non profit che per Statuto sostiene progetti afferenti ai settori della ricerca scientifica e della tecnologica, dell’istruzione, della cultura e del volontariato sociale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136