QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento: manca la componente femminile nella Giunta della Camera di Commercio. Le critiche

venerdì, 12 settembre 2014

Trento – Dopo la nomina della Giunta della Camera di Commercio in carica fino al 2019 non sono mancate le polemiche, in particolare sulle “quote rosa”. Infatti Claudia Gasperetti, coordinatrice e rappresentante del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile presso la Camera di Commercio di Trento, ha preso carta e penna  e scritto un documento critico dove chiede un incontro al presidente Giovanni Bort (Nella foto) .

 

“Noi componenti del ComitGianni Bort presidente Unione e commercioato per l’imprenditoria femminile, siamo rimaste a dir poco basite e profondamente amareggiate di fronte alla nuova composizione della Giunta, in quanto non godrà del contributo di alcuna donna, a meno che gli industriali non ne eleggano una, in un secondo tempo. Delusione anche per le nostre colleghe del Comitato, Ivana Bridi e Françoise Chini, membri uscenti della Giunta camerale che non sono state riconfermate.

A questo punto credo sarà fondamentale il coinvolgimento del CIF all’interno della Camera di Commercio, per ampliare e integrare l’impegno per lo sviluppo imprenditoriale con uno sguardo “di genere”, implementando le attività con un Bilancio di genere, strumento di pianificazione a sostegno delle pari opportunità, ma anche occasione di crescita organizzativa e culturale.
Per questo, noi componenti del CIF siamo intenzionate a far valere il nostro ruolo, la nostra competenza, la nostra diversa sensibilità attraverso azioni e iniziative che concretamente vogliamo realizzare con la forza, l’impegno e la tenacia che fino ad ora abbiamo dimostrato nel primo mandato. Non a caso forza, costanza e tenacia sono parole di genere femminile particolarmente rappresentative delle imprenditrici e delle donne in generale.
Inoltre avendo chiesto spiegazioni in merito alla disattesa applicazione dell’art. 10 del D.M. n. 156 del 4 agosto 2011, in quanto nella nuova Giunta con tre rappresentanti del commercio, il terzo avrebbe dovuto essere di genere diverso, ci è stato riferito che tale Decreto non si applica alle Camere di Trento e di Bolzano, per le quali il riferimento vincolante è costituito dalla legge ordinamentale regionale, che nulla dispone in merito.
Quindi, al di là di una stretta interpretazione letterale della normativa vigente, come coordinatrice e rappresentante del CIF ho ritenuto opportuno e necessario chiedere subito un incontro con il Presidente della Camera di Commercio di Trento Giovanni Bort, il Presidente della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol, Ugo Rossi, e l’Assessora alle Pari Opportunità della Provincia Autonoma di Trento, Sara Ferrari, affinché si proceda a recepire anche nel nostro ordinamento locale il principio di equa rappresentanza di genere nelle cariche di vertice, sia pubbliche che private.

La norma sulle quote rosa, la legge Golfo Mosca e il decreto citato sono necessari per stimolare una maggiore sensibilità verso un principio di civiltà che prevede un equilibrato contributo di genere nei luoghi decisionali”.

Ricordiamo i dieci componenti della Giunta camerale per i prossimi cinque anni, in attesa della persona indicata dalla Camera di Commercio

Ecco i nominativi

DEBERTOL MASSIMO Associazione Artigiani e Piccole Imprese
FRANZOI ENZO Coldiretti Trento
LOMBARDINI LORIS Confesercenti del Trentino
LUNELLI BRUNO Confcommercio
MENDINI MAURO ABI Associazione Bancaria Italiana
MONDINI PAOLO Confcommercio
RIGOTTI GRAZIANO Associazione Artigiani e Piccole Imprese
RIGOTTI LUCA Federazione Trentina della Cooperazione
RIGOTTI NATALE Associazione Albergatori ed Imprese Turistiche
ZAMBOTTI CRISTIANO Confederazione Italiana Agricoltori

Il Collegio dei revisori dei conti che per il prossimo quinquennio sarà presieduto da Alessandro Tonina, cui si affiancheranno Paolo Carolli e Maria Rosaria Fait (componenti effettivi), Flavia Gelmini e Pasquale Mazza (componenti supplenti).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136