QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, la Fondazione Mach è entrata nella “Climate-KIC”

mercoledì, 5 luglio 2017

Trento - La Fondazione Edmund Mach entra nella Climate-KIC, la società che riunisce più di 180 soggetti tra università, enti di ricerca, imprese e amministrazioni di dieci paesi europei per diffondere la conoscenza, promuovere l’innovazione nella sfida ai cambiamenti climatici e favorire lo sviluppo e la creazione di una società zerocarbon. climate kic fem

Alla FEM si è svolto un incontro con le referenti nazionali di Climate-KIC, il direttore Angelica Monaco e la responsabile per l’innovazione Arianna Cecchi, per illustrare scopi e attività di Climate-KIC e le opportunità per FEM.

L’entrata nella cosiddetta “Knowledge and Innovation Community” creata nel 2010 dall’EIT, l’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia, è stato reso possibile dalle importanti attività di ricerca legate al tema del cambiamento climatico in agricoltura svolte a San Michele, ma anche dalle competenze acquisite nella gestione sostenibile degli ecosistemi, in particolare forestali.

“E’ un’ ottima opportunità per la Fondazione Mach -spiega la dirigente del Centro Ricerca e Innovazione, Annapaola Rizzoli- considerato che il tema del cambiamento climatico ha riassunto estrema rilevanza per l’Unione Europea anche a seguito delle decisioni del Presidente Americano di non sottoscrivere gli Accordi di Parigi. Di fatto la ricerca scientifica e il trasferimento tecnologico all’industria in questo settore può fornire nuove opportunità di creazione di nuove imprese anche a livello locale”.

Il direttore generale, Sergio Menapace, precisa che si tratta di “un’occasione importante e strategica che la Fondazione intende perseguire anche con Hub Innovation Trentino – HIT in rappresentanza dell’intero settore della ricerca trentina in campo ambientale”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136