QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento, interrogazione del gruppo consiliare PATT sulla sicurezza

domenica, 27 agosto 2017

Trento – Interrogazione del gruppo consiliare PATT al presidente del Consiglio Comunale di Trento Lucia Coppola. ”I cittadini non si devono lasciare soli”, è il messaggio dei consiglieri del gruppo PATT.

Ecco il testo:

“Con la presente i sottoscritti Consiglieri Comunali
Interrogano il Sindaco,

soprattutto in qualità di coordinatore dell’attività del Corpo di Polizia Locale Trento-Monte Bondone e responsabile della sicurezza nella nostra città per sapere se, non ritenga estremamente improcrastinabile tutelare con intensificazione di controlli sia i cittadini tutti che soprattutto quelle attività economiche che sono a rischio delinquenza.
Non pensiamo sia difficile da capire che i recenti avvenimenti hanno ulteriormente aggravato una situazione insostenibile in cui i cittadini non si sentono più tutelati dallo stato.

Si chiede pertanto:
- se il Sindaco si sta rendendo conto della situazione di estremo pericolo che sta correndo l’intera cittadinanza tutta;
- se il Sindaco, non ritenga opportuno intensificare la presenza dei dipendenti del Corpo di polizia Municipale presso tutte le attività economiche a rischio delinquenza;
- se il Sindaco non ritenga sia Suo dovere sollecitare urgentemente il questore affinché applichi la “legge Minniti” che prevede l’allontanamento di coloro che terrorizzano, addirittura con minacce di morte, sia gli esercenti che i cittadini;

si interroga, pertanto, il signor Sindaco per sapere, se e come intende affrontare e risolvere tali problematiche”.

Gruppo consiliare PATT, capogruppo Alberto Pattini, (nella foto) consigliere Dario Maestranzi


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136