QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, il consigliere comunale Pattini presenta una doppia interrogazione

giovedì, 2 febbraio 2017

Trento – Doppia interrogazione a risposta orale del consigliere comunale Alberto Pattini (PATT), alla presidente del Consiglio, Lucia Coppola, e al sindaco di Trento, Alessandro Andreatta su sottopassaggio pedonale dell’ex Zuffo e in via Clesio (nella foto sotto il consigliere comunale Alberto Pattini).

Alberto-Pattini 1

Interrogazioni a risposta orale

1. Realizzazione sottopassaggio pedonale per il collegamento del parcheggio “ex Zuffo”

La città di Trento ha puntato, negli ultimi anni, su una politica di disincentivazione del traffico veicolare all’interno del centro storico. Accanto, quindi, all’estensione della ZTL, sono stati via via aumentati gli stalli a pagamento e ridotti quelli di sosta libera, offrendo agli automobilisti la possibilità di avvalersi di parcheggi di attestamento, il principale dei quali è sicuramente quello che si trova in prossimità del casello autostradale di “Trento centro”, denominato “ex Zuffo”.

Spiace constatare, tuttavia, che tale parcheggio non può contare su un percorso pedonale che possa collegarlo al centro cittadino. Il marciapiede, infatti, che potrebbe consentire ai pedoni di transitare lungo via Dos Trento, risulta interrotto in corrispondenza dell’attraversamento, tramite sottopassaggio, della tangenziale esponendo in quel punto i pedoni a gravi pericoli per la loro incolumità. E questo nonostante sia già presente un primo pezzo di sottopassaggio, completamente sbarrato per evitare situazioni di degrado.

Tutto ciò premesso,
si interroga
il Sindaco e la Giunta per sapere

1) se si è a conoscenza della situazione di pericolo per i pedoni nella suddetta zona:
2) se si ritenga intervenire in tempi rapidi, per completare il sottopassaggio e fornire, quindi, una nuova opportunità di collegamento tra il parcheggio “ex Zuffo” e il centro cittadino.

1 – Sicurezza degli attraversamenti pedonali in via Bernardo Clesio

Il Castello del Buonconsiglio rappresenta uno dei simboli della città di Trento. L’imponente edificio con i torrioni che ornano il suo muro di cinta, il museo con le sue importanti mostre, il ciclo dei mesi che orna le pareti della Torre dell’Aquila, sono solo le principali attrazioni di questo luogo che, negli ultimi anni, è riuscito ad attirare un numero sempre crescente di turisti. Purtroppo, però, via Bernardo Clesio, che costeggia tutto il Castello e che rappresenta l’unica via di accesso allo stesso, presenta degli evidenti problemi di sicurezza. Nelle ore notturne (e sappiamo che durante il periodo invernale, le tenebre scendono molto presto sulla nostra città) gli attraversamenti pedonali, posti in alcuni casi in prossimità di curve e svincoli, risultano totalmente privi di illuminazione mettendo così a repentaglio l’incolumità dei pedoni che si trovano a dover passare da un lato all’altro di una delle vie più trafficate del centro storico.

Tutto ciò premesso, si interroga il Sindaco e la Giunta per sapere

1) il motivo per il quale non è stata prevista alcuna illuminazione per gli attraversamenti pedonali in oggetto e se si ritiene di intervenire in tempi rapidi:
2) se non si ritenga opportuno prevedere una ricognizione di tutti gli attraversamenti pedonali della città per verificarne l’adeguata illuminazione, con particolare riguardo per quelli situati nelle zone più frequentate e trafficate.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136