QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Approvato in Prima commissione il rendiconto 2014 della Provincia di Trento

martedì, 19 gennaio 2016

Trento – Prima commissione, approvato il rendiconto finanziario del 2014. Rossi: entro il 31 marzo il piano di riordino delle società partecipate dalla Pat sarà pronto.

Ugo Rossi in Regione

La Prima commissione, presieduta da Mattia Civico (Pd) ha approvato oggi il rendiconto finanziario del 2014. Nel corso del dibattito, il Presidente della Giunta, Ugo Rossi, rispondendo a una domanda di Maurizio Fugatti (Lega) ha detto che il piano generale di riordino e dismissioni delle società partecipate dalla Pat è in fase di elaborazione e sarà ultimato entro la scadenza del 31 marzo.

Con quattro sì e tre contrari la Prima commissione ha approvato il ddl del rendiconto finanziario del 2014. La dottoressa Fulvia Deanesi, dirigente del Dipartimento affari finanziari della Pat, ha presentato lo schema di questo disegno di legge ricordando che il bilancio 2014 è stato in parte tecnico. L’avanzo di amministrazione è stato di 260 milioni di euro, contro i 372 nel 2013. Il 2014, inoltre, è stato caratterizzato dalla reintroduzione delle riserve all’erario, decisione del Governo che si è fatte sentire sul bilancio della Provincia. Le entrate proprie della Pat, ha ricordato nella sua relazione la responsabile degli affari finanziari, sono aumentate del 13%, mentre i tributi erariali sono invece calati del 6,6% proprio a causa delle riserve all’erario, cioè il gettito spettante alla Pat che lo Stato ha trattenuto per il proprio bilancio. Comunque, il bilancio 2014, rispetto all’anno precedente, è rimasto sostanzialmente stabile, passando, al netto delle partite di giro, da 4 miliardi 602 milioni a 4 miliardi 593 milioni, con una riduzione percentuale dello 0,2%. L’indice di riscossione delle entrate, sempre riferito al 2014, è stato del 56% per un totale di 4 miliardi e 222 milioni a fronte del 60% del 2013. Le spese complessive sono diminuite dello 0.9%, la spesa corrente dello 0,2%, mentre la spesa per investimenti è rimasta stabile a un miliardo 684 milioni.

Il grado di realizzazione della spesa è stato quasi del 100% su quelle correnti, del 96% sul conto capitale, spese che hanno rappresentato il 37%. I pagamenti sono arrivati a 3 miliardi 986 mentre i residui passivi, cioè le cifre impegnate ma non utilizzate, sono aumentare del 14% rispetto al 2013 a causa del patto di stabilità.

Nel 2014, ha affermato la dottoressa Deanesi facendo riferimento ad alcuni rilievi della Corte dei Conti, le spese per gli incarichi sono state ridotte del 76%.

Rodolfo Borga (Civica Trentina) ha chiesto chiarimenti sui rilievi sui fondi europei. La dirigente ha ricordato che l’Unione europea ha sollevato qualche rilievo sui fondi sociali europei, in particolare sulla rendicontazione di alcuni costi ritenuti eccessivi. La Pat, ha detto, ha attuato una decertificazione di alcuni corsi e l’Unione europea ha accettato questa scelta.

Maurizio Fugatti (Lega), invece, sui rilievi fatti recentemente dalla Corte dei Conti ha chiesto al Presidente della Giunta se ci sono novità sulla riorganizzazione delle società partecipate. Rossi ha risposto che si sta lavorando ed ha assicurato che entro la scadenza del 31 marzo il piano definitivo per le partecipate ci sarà. Il Presidente ha aggiunto però che la realizzazione di questo piano generale richiederà una tempistica diversa: in alcuni casi, ha affermato, si arriverà al 31 gennaio 2017, in altri, invece, saranno necessari ulteriori approfondimenti. In particolare, ha detto, per Informatica Trentina il traguardo sarà più in là, anche per i rapporti che questa società ha con il sistema informatico della pubblica amministrazione. Ma, ha ribadito Rossi, entro marzo il quadro per il riordino delle partecipazioni della Pat nelle società sarà pronto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136