QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino: un Servizio civile condiviso per confrontarsi e crescere insieme

venerdì, 24 ottobre 2014

Trento – Un appuntamento importante quello di oggi per i ragazzi e le ragazze che stanno svolgendo il Servizio civile in Trentino: una giornata interamente dedicata alla condivisione, cogliendo l’occasione di incontrarsi finalmente tutti insieme per conoscersi e mettere a confronto sia esperienze positive, sia problematiche e difficoltà riscontrate durante questi mesi di Servizio civile. Giampiero Girardi, direttore delle politiche giovanili e del Servizio civile della Provincia autonoma di Trento, ha aperto la giornata portando i saluti dell’assessora Sara Ferrari e del dirigente dell’Agenzia provinciale per la famiglia Luciano Malfer. Nel pomeriggio una tavola rotonda dal titolo “Come gli altri vedono il Servizio civile: dicono di noi …” ha messo in luce come molte realtà vedono il servizio civile.

Si è tenuta oggi al Centro culturale “Santa Chiara” a Trento la seconda assemblea generale del Servizio civile. All’assemblea hanno partecipato i giovani volontari attualmente in Servizio civile in provincia di Trento.

La prima assemblea si era tenuta l’11 giugno scorso ed era stata l’occasione per i ragazzi e le ragazze che stanno prestando Servizio civile in Trentino di conoscersi, scambiarsi idee ed esperienze, confrontarsi e discutere. Il Servizio civile in Provincia di Trento conta 70 volontari che operano nel Servizio civile provinciale e 70 in quello nazionale. Sono state 613 le domande complessiva a fronte di 140 posti. Gli enti accreditati sono più di 100, mentre l’indennità mensile percepita ammonta a 433 euro, per un totale di 5.500 euro per un anno di Servizio civile.

Nel dare il benvenuto ai ragazzi e le ragazze Giampiero Girardi, direttore dell’Ufficio giovani e Servizio civile, ha sottolineato come quella dell’assemblea sia un’occasione importante per condividere le esperienze fatte in questi mesi di lavoro. “La diffusione sul territorio dei giovani in Servizio civile rende difficile conoscere i colleghi e intrecciare relazioni che sono allo stesso tempo formative e di conoscenza. D’ora in poi l’appuntamento con le due assemblee annuali sarà una consuetudine”.

La mattinata è proseguita con la verifica sull’andamento del Servizio civile distinta per Servizio civile provinciale e per i ragazzi del Servizio civile nazionale. I ragazzi hanno lavorato in gruppi con animatori professionisti ponendosi due domande: cosa mi porto via da questa esperienza di Servizio civile? Cosa invece mi sono perso? È seguito un momento di restituzione in seduta plenaria e l’intervento del rappresentate nazionale del Servizio civile per la Provincia autonoma di Trento Tommaso Vaccari.

Il pomeriggio ha visto i lavori con una tavola rotonda dal titolo “Come gli altri vedono il Servizio civile: dicono di noi …” che ha visto la presenza e il coinvolgimento di diversi esponenti di enti e realtà che hanno detto la loro opinione su come vedono il Servizio civile e i ragazzi che lo fanno. Alla tavola rotonda sono intervenuti Bruno Masè, in rappresentanza del mondo anziano, Davide Pascolo dell’Aquila Basket Trento per rappresentare il mondo sportivo, Stefano Montani per il sindacato, l’assessore al comune di Trento Andrea Robol in rappresentanza degli amministratori pubblici, il giornalista Mauro Neri, l’ex deputata Lucia Fronza Crepaz in rappresentanza delle istituzioni, don Lino Zatelli, Clara Briani per le politiche giovanili, la ricercatrice Arianna Bazzanella per il mondo della ricerca sociale, Stefano Petrolini in rappresentanza del mondo del sociale, Francesca Gleria in qualità di genitore e l’imprenditore Antonio Biscaglia. Per gli enti di servizio civile erano presenti Nicoletta Tomasi, Operatore locale di progetto per APPM, Massimo Komaz responsabile di ente a Villa Sant’Ignazio e il coordinatore del servizio civile per l’ANFAS Andrea Bosetti.

L’assemblea si è conclusa alle 17 con il saluto per le ragazze e i ragazzi che concludono, la settimana prossima, la loro esperienza di Servizio civile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136