QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Trentino, l’Universiade viaggia coi mezzi pubblici. Obiettivo emissione zero

mercoledì, 11 dicembre 2013

Trento - In pullman gratis per Trento e provincia. Potere della XXVI Winter Universiade Trentino 2013, rassegna che vuole stabilire il nuovo primato per il minor numero di emissioni prodotte, puntando tutto sui mezzi pubblici per salvaguardare le splendide vallate che circondano la città di Trento.Universiade 2122013

Ognuno degli oltre 200 giornalisti e fotografi accreditati è stato dotato di una tessera dei trasporti per poter raggiungere tutti i 13 siti di gara durante i 12 giorni di competizioni nel modo più ecologico e più efficiente. Una filosofia questa, oggetto di tante riflessioni del Comitato organizzatore, che alla fine ha deciso di puntare sul trasporto pubblico anche per tutelare le Dolomiti, uno dei patrimoni dell’Unesco.

Nel Manifesto di Sostenibilità proposto dalle Amministrazioni pubbliche durante l’Universiade Trentino 2013 ha incentivato anche altri tipi di mobilità alternativa come i servizi di “Pedibus” (per l’accompagnamento dei bambini nei tragitti da casa a scuola e viceversa senza l’uso delle automobili), il “car sharing” (uso, su prenotazione, di automobili dislocate in precisi punti del territorio) e il “car pooling” (condivisione di un’auto privata da parte di un gruppo di persone che si muovono per lavoro, studio o altre attività lungo lo stesso percorso e nei medesimi orari).

«Chi risparmia energia, risparmia anche denaro – affermano Sergio Anesi, Marino Simoni e Pierlugi Ferrari – non cono sponsorizzazioni e trasferimento di denaro, bensì con azioni virtuose finalizzate a un guadagno economico e soprattutto con ringraziamento speciale da parte dell’ambiente».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136