QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Trentino, INPS e Camera di Commercio: protocollo d’intesa su sportello nuove imprese e start-up

lunedì, 25 maggio 2015

Trento – L’impegno della Camera di Commercio ad alleggerire gli iter burocratici che spesso gravano sull’operatività delle imprese si concretizza anche nella cooperazione amministrativa con altri Enti e Istituzioni.Zanotelli-Bort-Leveghi_1

Il protocollo d’intesa firmato in mattinata si inserisce in questo solco e sosterrà un interessante progetto della Direzione regionale INPS per il Trentino-Alto Adige rivolto ai titolari di nuove imprese e start-up innovative, per garantire loro uno spazio dedicato che assicuri l’informazione più completa, rispetto ad adempimenti e agevolazioni, e garantisca l’assistenza necessaria sotto il profilo assicurativo-previdenziale.

L’iniziativa promossa dall’INPS ha comportato la creazione sperimentale di un apposito sportello – attivo presso la Direzione provinciale di Trento – attraverso il quale viene fornito un qualificato supporto in relazione all’avvio di una nuova attività d’impresa, in forma sia individuale che societaria, e che garantisce un servizio di orientamento rispetto agli obblighi previdenziali e all’iscrizione INPS.

Considerando l’importanza e l’utilità di integrare questo nuovo servizio con le attività di competenza della Camera di Commercio relative al Registro delle imprese e all’Albo delle imprese artigiane, l’INPS ha proposto all’Ente camerale di condividere la gestione dello sportello, in modo tale da fornire agli utenti anche le informazioni relative agli adempimenti concernenti i Registri camerali, valorizzando in questo modo le competenze e i patrimoni informativi in possesso delle due Istituzioni.

L’apporto della Camera di Commercio riguarderà, in particolare, l’assistenza in merito ai requisiti e alla documentazione necessaria all’avvio di una nuova attività, comprese anche le start-up innovative, per le quali sono previste esenzioni ai fini della costituzione e iscrizione nel Registro delle imprese (in una apposita sezione speciale), agevolazioni fiscali e deroghe al diritto societario.

“Questa importante iniziativa di collaborazione con l’INPS – ha sottolineato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – completa e qualifica ulteriormente la rete di partnership già avviate sul territorio dall’Ente camerale con altri Enti ed Istituzioni, con l’obiettivo finale di semplificare gli adempimenti, in termini di tempi e di costi, a carico delle imprese. Ricordo per esempio l’attivazione del SUAP-Sportello unico attività produttive telematico, che vede la Camera di Commercio impegnata a fianco del Consorzio dei Comuni e di tutti i Comuni trentini; il Protocollo di legalità firmato con il Commissariato del Governo, le Procure di Trento e Rovereto e le Forze dell’Ordine per uno scambio di dati al fine di prevenire eventuali fenomeni di criminalità nel tessuto produttivo; il collegamento telematico con i Tribunali per le comunicazioni relative alle procedure concorsuali”.

“Crediamo molto in questa collaborazione con la Camera di Commercio – ha dichiarato Marco Zanotelli, Direttore regionale INPS Trentino-Alto Adige – e più in generale in tutte le sinergie che come Ente pubblico possiamo creare per semplificare le attività delle imprese sul territorio. Questo protocollo si inserisce in un contesto di ampie collaborazioni e partnership che la Direzione regionale INPS ha incrementato sia in Trentino che in Alto Adige.”

Lo Sportello integrato INPS-CCIAA sarà operativo a pieno regime a partire dal prossimo mese di giugno, ma sarà avviato, in anteprima, nella giornata di sabato 29 maggio in occasione del Festival dell’Economia. Dalle 10.00 alle 18.00 presso la sede provinciale dell’INPS di via Orfane saranno presenti e a disposizione delle nuove imprese funzionari dell’INPS e della Camera di Commercio-Registro delle imprese.

In base ai dati forniti dal Registro delle imprese, nel corso del 2014, sono nate 2.725 imprese su un totale di 46.803 unità attive iscritte. La maggioranza delle imprese sono di piccola dimensione, se si considera che più del 93% impiega meno di 10 addetti e che le imprese che non raggiungono i 50 addetti sono il 99%.
Per quanto riguarda le imprese artigiane, su un totale complessivo di 12.940 imprese attive iscritte all’Albo, nel 2014 sono state registrate 622 nuove iscrizioni.
Le start-up innovative presenti nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese sono 103, dato che colloca la nostra provincia ai primi posti nella graduatoria assoluta a livello nazionale, vicino a province di grandi dimensioni e città metropolitane come Milano, Roma, Torino e Bologna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136