QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino, imprese femminili in crescita: sono 9.168, il 2,6% in più di in anno fa

giovedì, 1 settembre 2016

Trento – Imprese femminili trentine in crescita costante: +2,6% nell’ultimo anno, dato superiore ai valori nazionali. Le imprese femminili iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio di Trento, alla data del 30 giugno 2016, sono 9.168 e rappresentano il 17,7% del totale delle imprese operanti sul territorio (51.812 unità). L’incidenza delle imprese femminili si colloca su livelli leggermente superiori alla vicina provincia di Bolzano (17,5%) ma è inferiore al dato complessivo del Nord Est (20,0%) e a quello nazionale (21,7%).

Camera Commercio 1

Si conferma buono l’andamento delle imprese femminili in tutti gli ambiti territoriali esaminati, ma in particolar modo in Trentino dove, sempre rispetto al giugno 2015, il numero di imprese guidate da donne è aumentato in modo consistente facendo registrare un +2,6% (per le imprese trentine nel loro complesso l’aumento è stato del +1,1%). Questo stesso dato si conferma superiore anche rispetto a quanto rilevato in provincia di Bolzano (+0,8%), nel Nord Est (+0,7%) e a livello nazionale (+0,9%).

L’analisi per settori evidenzia una consistente presenza imprenditoriale femminile nel commercio all’ingrosso e al dettaglio (1.988 imprese, che rappresentano il 21,9% del totale delle imprese trentine che si occupano di commercio), nell’agricoltura (1.874 imprese, pari al 15,7% del settore primario), nel turismo (1.511 imprese, il 29% delle imprese complessivamente dedite ai servizi di alloggio e ristorazione) e nelle “altre attività di servizi” (prevalentemente servizi alla persona) con 1.096 imprese, pari al 60,9% delle imprese del comparto.

Nel secondo trimestre si sono registrate 224 nuove iscrizioni e 99 cessazioni. Sono 171 le donne che hanno deciso di mettersi in gioco dando vita ad un’impresa individuale (il 76% delle nuove iscrizioni ha questa forma giuridica), sono 11 le società di persone e 38 le società di capitale.

All’interno dei settori in cui le imprese femminili sono maggiormente presenti, si evidenzia un saldo positivo nel comparto agricolo e nei servizi di alloggio e ristorazione, negativo nel commercio all’ingrosso e al dettaglio.

Nell’analisi delle nuove imprese iscritte per settore è opportuno tenere presente che 90 imprese di nuova costituzione non hanno ancora comunicato la data di inizio e il tipo di attività che andranno a svolgere.

Accanto ai settori più “tradizionali” le nuove imprenditrici si confrontano anche in altri campi come le attività professionali, scientifiche e tecniche: sono 13 le nuove imprese nate nel secondo trimestre a svolgere la loro attività nella pubblicità e ricerche di mercato, nelle attività di design specializzato e di fotografia.

A fine giugno 2016 le imprese femminili giovanili, ossia guidate da donne aventi meno di 35 anni, sono 1.198 e rappresentano il 13,1% delle imprese femminili presenti sul territorio (per il totale delle imprese trentine le giovanili sono 4.722, pari al 9,1%).

Le imprese femminili giovanili svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, nella ristorazione, nelle attività di servizi. All’interno delle imprese giovanili presenti in provincia di Trento, un quarto ha alla guida giovani donne.

Le imprese femminili straniere, ossia guidate da donne nate all’estero, a fine giugno sono 807 e rappresentano l’8,8% delle imprese femminili presenti sul territorio (per il totale delle imprese trentine le straniere sono 3.535, pari al 6,8%).
Le imprese femminili straniere si sono iscritte al Registro delle imprese in gran parte negli ultimi 15 anni e svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, nella ristorazione e nelle attività di servizi di supporto alle imprese.
All’interno delle imprese straniere presenti in provincia di Trento, quelle guidate da donne rappresentano il 23%.

Con riferimento all’universo delle imprese artigiane, le imprese guidate da donne a fine giugno sono 1.725 e rappresentano il 18,8% delle imprese femminili presenti sul territorio (per il totale delle imprese trentine le artigiane sono 12.798, pari al 24,7%).
Sono in gran parte imprenditrici che hanno costituito una ditta individuale (nell’85% dei casi) e svolgono la loro attività prevalentemente nei servizi di lavanderia e tintoria e nei servizi alla persona (saloni di parrucchiera e istituti di estetica).
All’interno delle imprese artigiane presenti in provincia di Trento, quelle guidate da donne rappresentano il 13,5%.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136