QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino, Ict per la manutenzione stradale e la viabilità

venerdì, 17 gennaio 2014

Trento - Le tecnologie per l’informazione e la comunicazione (Ict) possono aiutare, anche nel campo della gestione delle strade, a mettere in atto interventi ancora più mirati ed efficienti di quanto già non si faccia; questo con l’obiettivo di garantire la sicurezza sulle strade durante la stagione invernale e nello stesso tempo tutelare meglio l’ambiente. Ruota attorno a questi temi l’appuntamento che si è tenuto ieri pomeriggio nella sala Belli del palazzo della Provincia autonoma di Trento. Manutenzione stradale e viabilità invernale sono stati infatti gli argomenti al centro di un seminario per specialisti.SAM_3344

Aumentare l’efficienza delle operazioni di manutenzione stradale invernale, garantire elevati livelli di sicurezza per i transiti veicolari, valutare l’impatto ambientale delle operazioni di spargimento di sale: questi i principali punti oggetto di approfondimento in un incontro che ha richiamato molti addetti al settore e numerosi esperti. L’appuntamento, intitolato “Esperienze e prospettive nella manutenzione invernale stradale” e inserito nell’ambito del progetto “Clean-Roads” era destinato in particolare a pubbliche amministrazioni, aziende, associazioni e organizzazioni interessate al tema della viabilità invernale.

Il seminario, come detto, rientra tra le iniziative del progetto europeo Clean-Roads, che è cofinanziato dal programma Life+ e si pone l’obiettivo di migliorare il compromesso tra le diverse esigenze che emergono nell’affrontare il tema della viabilità, anche con l’aiuto di sistemi ICT di supporto alle decisioni (Road Weather Information System). Il progetto vuole approfondire e quantificare a livello locale l’impatto che il sale produce sull’ambiente alpino in prossimità delle sedi stradali e porre le basi per una maggiore efficienza nel suo utilizzo o in quello di altri prodotti anti congelamento in provincia di Trento.
Il progetto Clean-Roads è coordinato dal Servizio gestione strade della Provincia autonoma di Trento e vede la partecipazione del Servizio prevenzione rischi e dell’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente. Partner privati sono Famas System e Tis Innovation Park. Il progetto è partito nel settembre 2012 e terminerà alla fine del 2015. L’utilizzo di una rete di centraline di rilevamento con l’apporto di previsioni meteo a breve termine e mirate dovrebbero permettere un consumo più oculato del sale che ogni inverno viene sparso sulle strade per garantirne la percorribilità. Garantire la sicurezza sulle strade e diminuire l’impatto ambientale dei prodotti utilizzati è infatti la scommessa del progetto: sulle strade trentine vengono infatti utilizzate fino a 20mila tonnellate/anno di cloruro di sodio ma questo consumo dipende molto dalle condizioni invernali e può scendere, nella annate più miti, a 7000 tonnellate.
Attualmente i trattamenti preventivi antighiaccio e quelli durante le nevicate sono basati su un’analisi delle condizioni meteo che vengono interpretate dagli operatori anche sulla base della propria esperienza e conoscenza delle particolari condizioni topografiche e ambientali del tratto di strada di competenza.
Con la tecnologia si potrebbe, questa è l’idea, disporre di una base dati più dettagliata e integrata con le informazioni relative alle singole tratte stradali e non più solo alle condizioni atmosferiche; con il vantaggio di avere interventi ancora più precisi, efficaci, economici e rispettosi dell’ambiente.
Le previsioni meteorologiche sono infatti fondamentali, come è stato sottolineato durante i lavori del seminario, ma possono essere integrate, per interventi di salatura più mirati, con i dati relativi alle condizioni microclimatiche del nastro stradale.
Il formarsi di ghiaccio e brina su uno specifico tratto stradale è infatti difficilmente prevedibile solo sulla base delle informazioni meteo. Con il progetto si vuole sviluppare una piattaforma software che metta assieme e analizzi tutti i dati disponibili per aiutare gli operatori a prendere le decisioni migliori per ogni singolo tratto stradale. La tecnologia “Road Weather Innovation System”, che consiste in un insieme di centraline dislocate lungo la rete viaria, misura in tempo reale quello che accade sulle strade, descrivendone puntualmente le condizioni come temperatura, umidità, pressione atmosferica, vento, irraggiamento solare, visibilità e traffico. Esistono poi sensori in grado di monitorare anche lo stato delle pavimentazioni, in particolare la presenza di sale e il grip del fondo stradale. La piattaforma software “Maintenance Decision Support System” a regime elaborerà i dati e fornirà un quadro completo utile a chi deve decidere l’intervento da mettere in campo di volta in volta.
Il progetto Clean-Roads prevede, infine, un forte coinvolgimento degli utenti della strada che, opportunamente informati delle condizioni meteo e dello stato delle strade (mediante ad esempio il canale informativo www.viaggiareintrentino.it), potranno dare il proprio parere sulla gestione della viabilità invernale e contribuire all’aumento della sicurezza stradale adeguando per tempo i loro spostamenti e il loro stile di guida alle condizioni atmosferiche presenti e al conseguente stato delle strade.
La trasmissione televisiva “Europa 2014 – verso le elezioni europee”, che va in onda domani, venerdì 17 gennaio alle ore 21.00 su Trentino Tv e in replica domenica 19 gennaio alle ore 11.00 e lunedì 20 gennaio alle ore 17.00, approfondirà l’argomento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136