QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino Film Commission: tutti i progetti selezionati nella prima call

venerdì, 26 maggio 2017

Trento – Sono 8 i progetti approvati nel primo bando del 2017, su 17 domande presentate, ai quali si aggiungono altri 5 progetti per attività di formazione e partecipazione a mercati di settore per professionisti locali: in totale, attraverso il Film Fund, sono stati assegnati 710.800 euro, di cui 4.500 per la formazione.

i nostri passiIl Comitato scientifico di TFC guidato da Giampaolo Pedrotti, nel selezionare le opere ha valutato come sempre non solo le potenzialità promozionali e il valore culturale, ma anche la capacità di sviluppare indotto economico attraverso la spesa diretta che le società sostengono durante le riprese in provincia di Trento. I requisiti minimi in termini di spesa che i beneficiari di tale finanziamenti devono rispettare, sono infatti sostenere una spesa sul territorio pari ad almeno il 150% del contributo richiesto e assumere professionisti locali pari ad almeno il 20% della troupe, durante le riprese in Trentino.

Con la prima call del 2017 inoltre i progetti sono stati valutati per la prima volta utilizzando i criteri del nuovo regolamento; in esso vi è anche il disciplinare T-Green Film, primo in Italia a incentivare le produzioni cinematografiche e televisive ad adottare pratiche ecosostenibili per il lavoro sul set e a premiarle con un punteggio e un contributo extra; su 13 produzioni della categoria cinema/tv che hanno partecipato al primo bando 2017, sono state 9 a scegliere di adottare il disciplinare, di queste 4 sono state quelle approvate. Le prossime scadenze per le domande di contributo sono l’8 giugno e il 21 settembre 2017.

PRODUZIONI CINEMA/TV

Menocchio
Regia di Alberto Fasulo (già vincitore del Festival di Roma con “Tir”)
Produzione Nefertiti Film. In coproduzione con Rai Cinema, con Antitalent (Croazia) e con Hai Hui Entretainment (Romania), con il sostegno di FVG Film Commission, Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia (Sviluppo), MiBACT Sviluppo sceneggiature originali, Re-Act.
Sinossi: 1583 – sentendosi minacciata dalla Riforma Luterana, la Chiesa cattolica romana lancia la sua controffensiva, decisa durante il concilio di Trento. Sfruttando la rete vescovile delle pievi e delle parrocchie, sostituisce all’autorità locale dei vescovi quella degli Inquisitori del Santo Uffizio, rafforzando il potere centrale di Roma. Fra le maglie dell’inquisizione cade anche un mugnaio, Domenico Scandella detto “Menocchio”, colpevole di aver espresso le sue idee su Dio, l’uguaglianza e la giustizia.

SConnessi
Regia di Christian Marazziti
Produzione Camaleo
Cast: Fabrizio Bentivoglio, Ricky Memphis, Carolina Crescentini, Stefano Fresi e Antonia Liskova
Riprese: in corso a Primiero San Martino di Castrozza, fra Palazzo delle Miniere e la Valle del Vanoi
Sinossi: Ettore vuole riunire tutta la famiglia per il compleanno nel suo chalet in montagna. Lo scopo è quello di ricompattare la sua famiglia allargata e appianare la tensione tra i figli e la seconda moglie, ma ha anche un secondo obbiettivo, raccogliere materiale sufficiente per scrivere un libro che ha come tema “la famiglia ai tempi di internet”, e dimostrare che senza la connessione i rapporti migliorano. All’improvviso la casa di montagna si ritrova isolata, il wifi svanisce e il telefono smette di funzionare.

Mini Cuccioli – Le 4 stagioni
Produzione Gruppo Alcuni (casa di produzione di cartoon con nuovo insediamento in Trentino) e Videa Spa
Regia Sergio Manfio
Distribuzione Italia Videa Spa
Sinossi: è il primo lungometraggio con protagonisti i Mini Cuccioli, uno dei cartoon più amati dai bambini italiani, grazie alle serie televisive in onda tutti i giorni su Rai Yoyo (coproduzione Rai Fiction/Gruppo Alcuni). La storia, divisa in quattro parti, descrive il modo in cui l’alternarsi delle stagioni nel corso dell’anno porta dei cambiamenti nel parco in cui si svolge il film, influenzando l’ambiente e di conseguenza gli avvenimenti e gli umori dei sei animaletti protagonisti. I Mini Cuccioli inventano, di stagione in stagione, giochi diversi e nuovi modi di interagire, facendo amicizia con altri animali, imparando a superare le loro paure e gli inevitabili bisticci che sorgono tra di loro.

The book of vision
Regia di Carlo Hintermann
Produzione Citrullo International. In coproduzione con Luminous Arts (UK), Entre Chien et Loup (Belgio) e Maze Pictures (Germania)
Con il sostegno di Rai Cinema, Mibact, Wallimage
Cast: Charles Dance, Isolda Dychauk, Filippo Nigro
Produttore esecutivo Terrence Malick
Sinossi: Eva, giovane e promettente medico, abbandona al’improvviso la sua brillante carriera per studiare Storia della Medicina e lasciarsi alle spalle il suo passato. In realtà quella che sembra una scelta incomprensibile è motivata da una condizione profondamente drammatica. Nella sua “fuga” Eva incontra Henry il tutor con il quale lavora su “Il libro delle visioni”, uno scritto di Joahn Anmuth, medico prussiano del XVIII secolo, che contiene le speranze, le paure e i sogni di più di 1800 pazienti. Le vicende del medico si intrecceranno indissolubilmente con quelle di Eva, in un gioco di specchi tra presente e passato.

Ride
Regia di Jacopo Rondinelli
Sceneggiatura Fabio & Fabio e Marco Sani
Prodotto da Lucky Red e Mercurio Domina
Distribuito in Italia da Lucky Red
Sinossi: Jesse e Kyle sono due atleti di sport estremi, due rider che si mettono continuamente alla prova in cerca di denaro. Quando scoprono la proposta enigmatica di un misterioso contest lanciato da una organizzazione sconosciuta, Black Babylon, non possono rifiutare di partecipare. Ma il contest si rivelerà molto più dark e letale di quanto si aspettavano, un gioco che è una via di mezzo tra un crudele reality show e uno spaventoso rituale che li spingerà oltre i limiti dell’estremo.

Glassboy – Il bambino di vetro
Regia di Samuele Rossi
Produzione Solaria Film. In coproduzione con A Private View (Belgio) e con Wildart Film (Austria), con il sostegno del Mibact e del programma Media
Cast: Lucia Mascino, Giorgio Colangeli
Sinossi: In una variopinta cittadina incastrata ai piedi di gigantesche montagne rocciose, ormai stanco di una vita sempre uguale a se stessa, Pino, un bambino di 12 anni da sempre confinato nella sua grande e fantastica villa di famiglia a causa di una forma rara di emofilia sfida la sua fragile condizione, le paure dei genitori e le obsolete convinzioni della dispotica nonna materna, quando provoca l’incontro con la Banda della Piazza Vecchia, 5 scalmanati ed imprevedibili ragazzi che imperversano nel quartiere.

PRODUZIONI LOCALI

Un missionario a cavallo
Regia di Lia Giovanazzi
Produzione Aurora Film
Docufilm dedicato alla figura di padre Eusebio Chini
Sinossi: Nella National Hall of Statuary a Washington c’è una statua molto speciale: ritrae un sacerdote missionario gesuita originario del Trentino, in val di Non; quella statua è lì perché padre Eusebio Kino è stato riconosciuto come uno dei padri fondatori dello Stato dell’Arizona. Decine di Cabalcantes, pellegrini a cavallo, ogni anno si recano sulle missioni fondate da padre Kino in Messico e Arizona. Il film li seguirà affrontando la storia del Santo a Cavallo e i temi del conflitto sociale di oggi tra muri, traffico di droga, isolamento dei nativi. Il docufilm vuole far conoscere meglio la storia di questo straordinario e poco noto concittadino che ha cambiato una parte della storia del Nord America.

Malditos 
Regia di Elena Goatelli e Angel Esteban
Produzione Altrove Films. In coproduzione con Kottom Films (Spagna)
Sinossi: il film documentario intende raccontare le storie di un gruppo di attori a Madrid sullo sfondo della recessione e della crisi economica. Verrà presentato un ritratto generazionale e contemporaneo sul significato del successo e dell’affermazione personale, si esplorerà l’utopia quotidiana di costruire una visione del mondo basata sulla forza dei sogni nonostante i fallimenti e le difficoltà. Dentro e fuori dal palco, i “Malditos” – nome della compagnia teatrale fondata dagli attori nel 2015 – capiscono quanto il successo sia effimero e quanto i sogni evaporino a contatto con la realtà.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136