QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino chiama Svizzera: incontro tra il presidente Rossi e l’ambasciatore Kessler

mercoledì, 5 ottobre 2016

Trento – Traffico, scambi commerciali, turismo, referendum costituzionale, macroregione alpina. Questi i temi al centro dell’incontro, tenuto a Trento, fra il presidente della Provincia Ugo Rossi e l’ambasciatore di Svizzera a Roma Giancarlo Kessler, accompagnato da Félix Baumann, console generale a Milano.rossi

Rossi ha illustrato al diplomatico elvetico, che in mattinata ha visitato l’omonima Fondazione Kessler, il particolare assetto autonomistico del Trentino – Alto Adige ed il percorso di revisione dello speciale Statuto, evidenziando le tematiche di comune interesse, a cominciare da quella del trasferimento del traffico dalla gomma alla rotaia. “Siamo impegnati nella sfida del tunnel di base del Brennero – ha detto Rossi – una sfida che stiamo vincendo. Restano aperti i nodi delle tratte di accesso, su cui decideremo insieme alle popolazioni interessate, ma siamo a buon punto, grazie anche all’ottima collaborazione con tutti i soggetti interessati”. Fra i settori economici in cui si registra un notevole interscambio fra Svizzera e Trentino vi sono le attività manifatturiere e dell’agroalimentare, con una particolare attenzione, evidenziata dall’ambasciatore, per il settore vitivinicolo.

Nel 2015 l’export complessivo dal Trentino verso la Svizzera si è attestato ad oltre 85 milioni di euro, con circa 150 aziende coinvolte. Con una sensibile crescita del settore vinicolo e spumantistico, anche grazie allo sviluppo, nell’ultimo triennio, di progetti di promozione delle imprese trentine attraverso i fondi europei OCM. Al centro del confronto anche il tema della reintroduzione dell’orso nel territorio alpino, che sta interessando ora il Cantone di San Gallo.

Per quanto concerne il settore turistico, il Trentino ha fatto registrare una significativa crescita degli arrivi di turisti svizzeri negli ultimi anni, con un +5% nel 2015 rispetto all’anno precedente, per un totale di 45.405 arrivi certificati e 169.838 presenze con una permanenza media di 4 notti.

Nel 2013-2014 è stata realizzata un’importante azione di promozione delle principali aziende vinicole trentine e nell’ottobre 2015 è stata effettuata una missione di aziende trentine del settore alimentare in Svizzera (Ginevra, Losanna e Zurigo) che hanno coinvolto dieci operatori svizzeri del settore. Lo scorso 2 giugno, in occasione della festa per i 70 anni dalla nascita della Repubblica Italiana, il Trentino ha partecipato a Berna, quale ospite d’onore, al grande evento organizzato dall’Ambasciata d’Italia con alcune azioni specifiche per la visibilità e la promozione del turismo e della filiera agroalimentare trentina. Il prossimo dicembre è prevista a Trento una presentazione Paese, volta a raccogliere manifestazioni di interesse per una missione plurisettoriale che si svolgerà nell’aprile 2017 a Zurigo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136