Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Trasformazioni e permanenze nei paesaggi camuni: letture diagnostiche e interpretazioni progettuali

martedì, 12 giugno 2018

Breno – Nella giornata di giovedì 14 giugno, a partire dalle ore 9.00, l’Auditorium Mazzoli della Comunità Montana di Valle Camonica (in Piazza Tassara 3 a Breno) ospiterà gli esiti del progetto di ricerca “Trasformazioni e permanenze dei Paesaggi Camuni. Letture diagnostiche e interpretazioni progettuali”.

La ricerca è stata affidata al Dipartimento di Architettura / Landscape Design Lab dell’Università di Firenze con l’obiettivo di concorrere alla riqualificazione paesaggistica del fondovalle della Valle Camonica, contribuendo a valorizzare il territorio e a indirizzare l’economia valligiana verso una sempre più efficace manutenzione del patrimonio ecologico e paesistico, migliorando le prestazioni ambientali delle attività tradizionali, lo sviluppo di feconde sinergie e integrazioni tra attività agricole, turismo e attività di trasformazione.

Dopo una approfondita analisi delle caratteristiche storiche e identitarie del paesaggio camuno, sono stati individuati una serie di temi strategici che hanno riguardato:
- la rilettura del paesaggio urbano di Ponte di Legno;
- la riconfigurazione del paesaggio industriale di Malonno;
- la tutela e lo sviluppo dell’area Monticolo – Piana di Angone a Darfo Boario Terme e Piancogno;
- il Passo Crocedomini come campo sperimentale per la gestione dei passi e delle strade alpine in quota;
- la cura dei paesaggi terrazzati con l’analisi delle tipologie di Lago Moro, Cimbergo, Losine e Vezza d’Oglio quali elementi emblematici dell’intero complesso dei terrazzamenti camuni;
- la Strada Statale 42 da ripensare quale elemento centrale nella percezione dei paesaggi attraversati.

Accanto a queste esplorazioni progettuali sono stati realizzati due manuali: un abaco per l’uso di materiali vegetali nella progettazione e uno sulle architetture delle strade e delle altre infrastrutture lineari (pista ciclabile e ferrovia) intese come paesaggi della mobilità.

Questo lavoro, di altissimo livello scientifico, “chiude il cerchio” rispetto agli scenari di governo di area vasta che erano già stati intrapresi con la ricerca condotta dalle Università di Pisa e di Camerino denominata “Piano di Sviluppo Sostenibile e di Marketing territoriale per l’area della Valle Camonica” del 2014 e con il progetto di ricerca socio economica dell’Università del Sacro Cuore di Brescia denominato “Segni di Futuro”, del 2016.

Evento a cura di: Parco dell’Adamello
Per informazioni: fierasostenibilita.parcoadamello.it  – tel. 0364324015

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Ore 9.00 | Saluti Istituzionali: 
Oliviero Valzelli, Presidente della Comunità Montana di Valle Camonica
Simona Ferrarini, Assessore Cultura e Turismo della Comunità Montana di Valle Camonica
Fabio Maffezzoni, Presidente ARCA Associazione Architetti Camuni
Carlo Fusari, Presidente Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia
Marco Sangalli, Consigliere Ordine Dottori Agronomi e Forestali di Brescia

Ore 9.30 | Presentazione dei lavori:
Sonia Cantoni, Presidente Comitato Scientifico della Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina e Consigliere delegato all’ambiente di Fondazione Cariplo
Dario Furlanetto, Direttore Parco Adamello

Ore 09.50 | “Fare ricerca per il progetto di paesaggio. Proposte per la conservazione attiva e la trasformazione consapevole di luoghi e paesaggi nella Valle dei Segni” 
Anna Lambertini, Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, coordinatrice scientifica del progetto
Luca Dorbolò, Paesaggista
Stella Fabbri, Architetto
Gianna Fedeli, Paesaggista
Lorenzo Nofroni, Architetto

Ore 12.00
Fiona Colucci, Soprintendenza Beni paesaggistici e ambientali della Regione Lombardia
Cinzia Pedrotti, Responsabile p.o. Piani e programmi per il paesaggio di Regione Lombardia
Guido Calvi, Dottore Agronomo del Parco Adamello

Ore 12.30 | Dibattito

Ore 13.00 | Fine dei lavori

INIZIATIVA VALIDA AI FINI DELL’AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER ORDINI:
architetti – agronomi – geometri – ingegneri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136