Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Tamponi APSP in Trentino: interrogazione di Cia (Agire)

venerdì, 20 novembre 2020

Primiero San Martino di Castrozza – Question time sui tamponi APSP e interrogazione del segretario politico di Agire per il Trentino, Claudio Cia (nella foto): “Preoccupante e rischioso ritardo della refertazione”.

Claudio Cia Agire 1“Mi sono giunte segnalazioni, riguardanti l’APSP San Giuseppe di Primiero San Martino di Castrozza, secondo le quali – a seguito della positività di alcuni operatori – lo scorso fine-settimana tutta la casa di soggiorno per anziani (circa 70 ospiti) sarebbe stata sottoposta a tampone molecolare per il tracciamento dei positivi. Secondo le informazioni in mio possesso, parrebbe che al momento della scrittura del presente atto non sia ancora arrivata un referto, motivo per cui a seguito dell’applicazione del Protocollo di emergenza Covid-19, tutti gli ospiti sono confinati nelle proprie stanze senza la possibilità di uscire. Questo comporta un aggravio delle loro condizioni di salute psico-fisica, del lavoro dei singoli operatori che sono costretti a servire i pasti (colazione, pranzo, merenda e cena) stanza per stanza, oltre alla notevole difficoltà per gli operatori sanitari nel seguire le condizioni degli ospiti. A ciò si aggiunga l’impossibilità per i parenti delle persone ospitate presso l’Azienda pubblica di servizi alla persona di incontrarle.

Tutto ciò premesso, si interroga la Giunta provinciale per sapere se sia a conoscenza della problematica sopra-esposta che accomuna anche altre APSP e se non sia possibile garantire la priorità nella consegna dei referti dei tamponi per tali strutture così da minimizzare i disagi agli ospiti e consentire al personale di operare con maggior serenità”, consigliere provinciale Claudio Cia (Agire per il Trentino).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136