QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Svincolo di Roncafort: procedura ancora in corso per motivi tecnici

venerdì, 6 giugno 2014

Trento - Un quotidiano locale, nell’edizione di oggi, affronta il tema dell’intervento tra la tangenziale di Trento e la Strada provinciale 235, lo svincolo di Roncafort, in un articolo dal quale si deduce che la gara sia stata completata e l’appalto sia stato congelato per motivi che non si sa bene se siano economici o tecnici.

Su questo punto si impone un chiarimento: non si è arrivati ancora alla aggiudicazione definitiva dei lavori, che si presume avverrà entro il prossimo mese di luglio, per motivi squisitamente tecnici, legati alla procedura di valutazione delle anomalie delle offerte. La mancata presentazione della documentazione è peraltro decisiva nella spiegazione del ritardo.

Il progetto riguarda la realizzazione di uno svincolo a tre livelli in località Campotrentino a Trento. L’opera prevede un costo di € 30.343.416,63 di cui € 17.259.549,32 a base di gara (con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa) per lavori e progettazione esecutiva.

Nell’ultima seduta di gara del 26/09/2013, a seguito dell’attribuzione dei punteggi tecnici ed economici, è risultata complessivamente migliore l’offerta dell’A.T.I. Consorzio Cooperative Costruzioni (C.C.C.), Collini Lavori S.p.A., Consorzio Lavoro Ambiente (C.L.A.), Ediltione S.p.A..

Diversamente da quanto apparso sulla stampa, non si è proceduto all’aggiudicazione, in quanto sia l’A.T.I. guidata da Consorzio Cooperative Costruzioni, sia il secondo concorrente in graduatoria (E.MA.PRI.CE S.p.A.) hanno acquisito punteggi tali da rendere necessaria la valutazione dell’anomalia dell’offerta.

Il Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia, preso atto che i concorrenti non hanno provveduto ad allegare all’offerta i giustificativi richiesti per la valutazione di congruità dell’offerta, ha provveduto, con nota di data 19 febbraio 2014, a richiedere tutta la documentazione prevista dagli atti di gara a giustificazione dell’offerta presentata. La documentazione prodotta non è risultata ancora una volta completa di tutti gli elementi richiesti e quindi con successiva comunicazione del 30 maggio 2014 si è provveduto a richiedere la documentazione mancante necessaria per la valutazione dell’anomalia dell’offerta.

Quando questa documentazione sarà presentata, si potrà procedere alla definitiva valutazione delle anomalie e alla convocazione della seduta di gara per l’aggiudicazione dei lavori; presumibilmente entro il prossimo mese di luglio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136