QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Strigno: inaugurate le opere di sistemazione e completato il parco pubblico

mercoledì, 17 agosto 2016

Strigno – Inaugurate oggi a Strigno, comune di Castel Ivano, le opere di sistemazione e completamento del parco pubblico, risultato di 3 diversi interventi realizzati a partire dal 2012 nell’area compresa fra il cimitero e le strutture sportive del Tiro a segno e della Piscina. Presenti alla cerimonia il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro della Provincia Alessandro Olivi, con il responsabile del Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale Innocenzo Coppola, le autorità locali, fra cui il presidente della Comunità Bassa Valsugana Attilio Pederzini e il commissario del Comune Giorgio Boneccher, e i lavoratori che hanno realizzato i lavori, in gran parte del “Progettone”.olivi

Gli interventi hanno consentito la riqualificazione di un’ampia area dove erano già presenti strutture ricreative, ma che in questo modo è stata arricchita e resa più accessibile, grazie ai nuovi parcheggi e ai percorsi pedonali nel verde. Fra le novità, un campo da beach volley all’interno del complesso natatorio. “Mi fa sempre piacere vedere quanto realizzato dai circa 1700 lavoratori che rientrano nel Progettone, nei 120 comuni in cui sono stati aperti dei cantieri, ma anche nelle biblioteche, nelle case di riposo, nei servizi pubblici – ha detto Olivi – . Questo è il Progettone: certamente uno strumento di politca del lavoro, rivolto ai lavoratori più in difficoltà, ma non uno strumento assistenzialistico. Chiediamo alle persone interessate di impegnarsi in favore del territorio, con opere come questa. Senza il Progettone, avremmo da un lato il problema di come sostenere i lavoratori che hanno perso il lavoro, ma che non hanno ancora raggiunto l’età pensionistica. Al tempo stesso, tante amministrazioni locali non saprebbero come realizzare le opere di cui abbisognano”.

Olivi ha colto l’occasione per sottolineare come la Provincia “guardi con attenzione al percorso che le comunità locali come la vostra stanno facendo. Un percorso per superare la frammentazione ma senza rinunciare alla territorialità, anzi. Abbiamo bisogno di sistemi territoriali più robusti, che siano di stimolo anche nei confronti della Provincia”.
Coppola ha ricordato a sua volta come il Servizio per il sostegno occupazionale abbia lavorato in stretta collaborazione con l’amministrazione locale. “Il risultato mi pare molto positivo – ha detto – . Una riprova del fatto che grazie al Progettone si possano realizzare lavori di pregio”.
L’intervento, redatto da Gianfranco Nicolini, diretto da Carlo Pezzato, e suddiviso in tre lotti, è costano complessivamente 290.000 euro per i materiali, i noli e le opere compiute, e 306.000 per la manodopera.
Queste in sintesi le opere realizzate:
- area a parcheggio nei pressi del cimitero;
- nuovo parco pubblico mediante movimentazione dell’intera area e di un percorso di collegamento tra parcheggio e piscina;
- nuovo accesso alla piscina con impianto di illuminazione pubblica;
-piantumazione del verde e semina delle aree a prato;
- creazione, all’interno della piscina, di un’area per beach volley e realizzazione del collegamento pedonale fra i diversi piani dell’impianto; il campo potrà essere utilizzato anche quando l’impianto natatorio sarà chiuso;
- realizzazione di un ampio parcheggio nei pressi del Tiro a segno, nel lotto più a monte;
- pavimentazione della nuova viabilità di accesso e dei parcheggi;
- completamento delle opere con sistemazioni a verde e piantumazione di essenze tappezzanti e ornamentali.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136