QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Stop allo smantellamento del Corpo Forestale dello Stato in Trentino e Alto Adige

mercoledì, 1 aprile 2015

Trento – Stop allo smantellamento del Corpo Forestale dello Stato. La vicenda è arrivata in un’aula del Parlamento e in piazza. “Smantellare il Corpo Forestale dello Stato, significa rinunciare a un pilastro della tutela dell’ambiente e della biodiversità. SEL si opporrà, fuori e dentro le Aule parlamentari, per bloccare questo scempio”.  Così Loredana De Petris, presidente del Gruppo Misto a palazzo Madama, che ha partecipato, in Piazza delle Cinque Lune, al sit-in in difesa del Corpo Forestale.pejo lago palu

“Servirebbe piuttosto – ha proseguito – una riforma per rafforzare le funzioni a capo della Polizia Ambientale che deve diventare sempre più innovativa e all’avanguardia. Tra l’altro, non si comprende perché siano stati usati due pesi e due misure: infatti, in commissione Affari Costituzionali è stato approvato un emendamento volto a lasciare tutte le attribuzioni ai Corpi Forestali delle Regioni a Statuto Speciale e delle Province autonome di Trento e di Bolzano”.

“Salvaguardare le competenze, le specificità e il patrimonio di esperienze acquisito dal corpo Forestale dello Stato – ha concluso De Petris – è la sola strada da seguire se si vogliono davvero perseguire in modo efficace i crimini ambientali e salvaguardare le nostre e risorse ambientali e agroalimentari”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136