QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Spesa sanitaria in crescita a Trento, stabilito il tetto per il 2014

martedì, 24 giugno 2014

Trento – Sono state ridefinite le spese  per il personale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. La Giunta provinciale, su proposta dell’assessora alla salute e solidarietà sociale Donata Borgonovo Re, ha ridefinito in 449,5 milioni di euro il tetto di spesa 2014 per il personale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, assicurando piena copertura finanziaria. Il nuovo tetto tiene conto delle nuove funzioni attivate nel corso del 2012 e del 2013 e del fondo straordinario di 1,5 milioni di euro messo a disposizione dalla Giunta per le sostituzioni del personale.

LA PROCEDURA

Dal punto di vista della procedura la deliberazione adottata oggi dalla Giunta provinciale ha modificato parzialmente la precedente deliberazione (n. 887 dello scorso 30 maggio) con la quale è stato approvato il bilancio consuntivo 2013 dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari e sono state definite ulteriori disposizioni finanziarie per l’anno in corso.

Con la deliberazione di oggi è stato quindi ridefinito in 449,5 milioni di euro il tetto di spesa 2014 per il personale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Il tetto è oggi comprensivo sia delle nuove funzioni attivate nel corso del 2012 e del 2013 – fra le quali l’attivazione dell’elisoccorso in tutte le 24 ore, il nuovo ospedale Villa Rosa, la Protonterapia, le Osservazioni brevi intensive presso i pronto soccorso di Trento e Cles, l’autosanitaria – che del fondo straordinario di 1,5 milioni di euro messo a disposizione dalla Giunta per le sostituzioni di personale (decisione adottata con la precedente deliberazione n. 594/2014). In particolare si prende atto delle dinamiche finanziarie degli ultimi anni relative alle spese delle nuove funzioni, alle misure adottate in materia di turn-over del personale, nonché agli oneri per le sostituzioni di assenze di lunga durata del personale sanitario. Infine, al nuovo tetto di spesa sul personale è stata quindi assicurata piena copertura finanziaria, con le risorse disponibili del Fondo sanitario provinciale.

Con lo stesso provvedimento adottato oggi la Giunta ha preso atto inoltre dello slittamento temporale che subiranno le azioni di riorganizzazione della rete ospedaliera (rispetto alla tempistica indicata nel Piano di miglioramento 2013-2015 dell’Azienda), rinviandone l’attivazione al secondo semestre di questo anno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136