Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sondrio, prima assemblea plenaria della Consulta Provinciale degli Studenti

venerdì, 20 novembre 2020

Sondrio – Prima assemblea plenaria, in modalità streaming, della Consulta Provinciale degli Studenti (CPS) dell’anno scolastico 2020-2021. I 14 ragazzi che compongono l’organo istituzionale che rappresenta gli oltre 7.800 studenti delle scuole superiori della provincia di Sondrio si sono riuniti per dare il benvenuto ai nuovi membri (subentrati in sostituzione di quelli diplomatisi lo scorso anno): Aurora Chillotti (del Besta-Fossati), Dante Stadius (del Nervi-Ferrari), Giulio Acerbi (dell’Istituto Agrario), Arianna Tabacchi e Nicola Zamporlini (del Crotto Caurga). Al centro dell’incontro la definizione delle linee di indirizzo e i progetti da porre in essere, sotto la guida della docente referente Maria Maddalena Ricciardi e alla presenza del presidente Filippo Foppoli della 4^A Classico del Liceo “Piazzi – Perpenti” e della vicepresidente, Alida Maspes della 4^A del Liceo “Nervi-Ferrari” di Morbegno.

Fabio Molinari, Dirigente Ust SondrioAd introdurre la seduta il Dirigente dell’Ust, Fabio Molinari (nella foto),  che ha portato i suoi saluti ai ragazzi ribadendo l’importanza di un organo rappresentativo per l’intera comunità studentesca della provincia, oltre a fornire alcuni spunti di riflessione su temi culturali e di attualità. “Sono certo che quest’anno riuscirete ad organizzare nuove interessanti attività seppur non in presenza anche attraverso il supporto della vostra referente, la professoressa Maria Maddalena Ricciardi – ha esordito –. Vi ricordo inoltre che potete sempre contare sul mio sostegno e su quello dell’Ufficio”.

A seguire i ragazzi hanno affrontato il tema dell’emergenza sanitaria, dell’importanza di adottare comportamenti responsabili e della Didattica a distanza, analizzandone anche pregi e difetti attraverso la promozione di un nuovo sondaggio da sottoporre agli studenti; è stata infatti approvata all’unanimità la proposta di rilanciare ed implementare il sondaggio diffuso ad aprile all’interno degli Istituti per avere un riscontro diretto circa le maggiori problematiche legate alle nuove modalità di apprendimento, inevitabilmente imposte dalla pandemia. L’assemblea si è poi espressa a favore di una maggiore attività tramite l’utilizzo dei social network per ampliare la condivisione e la diffusione delle buone pratiche promosse dalla Consulta fra i coetanei, nonché per la promozione di un concorso grafico-artistico per la creazione di un nuovo logo.

“Credo che questo primo incontro sia stato molto positivo: siamo partiti col piede giusto – dichiara il presidente Filippo Foppoli –. Sin da subito abbiamo analizzato i problemi legati alla situazione d’emergenza che stiamo vivendo e parlato di come essa influisca sulla vita studentesca, per poi iniziare a selezionare delle buone idee da proporre ai nostri compagni di tutta la provincia. Colgo l’occasione per dare il benvenuto ai nuovi membri e augurare il meglio a coloro che si sono diplomati a giugno”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136