Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Silter Dop, viaggio nell’azienda agricola Bezzi a Case di Viso

venerdì, 13 luglio 2018

Ponte di Legno – Turisti e visitatori delle malghe vanno pazzi del formaggio Silter Dop. In questi anni – dopo aver ottenuto il riconoscimento Dop – sta conquistando i consumatori: sulle tavole di famiglie e ristoranti si trova sempre più il Silter Dop.

L’interesse verso il Silter Dop sta crescendo e la conferma arriva dalle presenze all’iniziativa “Malghe aperte” promossa dal Consorzio per la tutela del formaggio Silter Dop, con presidente Andrea Bezzi e direttore Oliviero Sisti.

Il Silter Dop viene prodotto dal Sebino all’Alta Valle Camonica. Malghe aperte è l’occasione per incontrare i produttori del Silter Dop e a Case di Viso, località incastonata in una stupenda sopra di Ponte di Legno (Brescia), dove si è svolto l’educational, abbiamo incontrato Andrea Bezzi, titolare dell’omonima azienda agricola e del Consorzio Silter Dop (video sotto).

Bezzi caseificio

Andrea Bezzi ha illustrato l’attività, la produzione del latte con le mucche all’alpeggio, quindi la lavorazione nel caseificio con i tempi di produzione e la stagionatura. “E’ un lavoro molto impegnativo con tempi ben prestabiliti - spiega Andrea Bezzi – però il Silter Dop è un prodotto unico delle nostre terre”.

La produzione del formaggio Silter  Dop è tipica della Valle Camonica e delle zone prealpine ad Est del lago d’Iseo. Silter indica, in dialetto camuno, il locale della malga dove avviene la salatura e la stagionatura del formaggio, e in questo inizio d’estate un pubblico sempre più vasto sta visitando le malghe a caccia di quei prodotti genuini e il formaggio Silter Dop è tra i più richiesti.

VIDEO



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136