QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Serie A, ritiri: il Palermo di mister Iachini saluta la Valle del Chiese

giovedì, 14 agosto 2014

Storo - Una sgambata di un’oretta di primo mattino, senza palla ma con un abbraccio finale che ha fatto capire l’unità d’intenti della squadra e dello staff tecnico. Così si è concluso stamane il ritiro del Palermo in Valle del Chiese, dove i rosanero si sono allenati per più di due settimane.ritiro palermo

Arrivati all’Hotel Castel Lodron lunedì 28 luglio, i ragazzi di mister Giuseppe Iachini hanno faticato sul terreno di gioco del “Grilli” di Storo in sfiancanti ma produttive sedute e in cinque amichevoli che hanno richiamato oltre duemila tifosi entusiasti. Un progetto, quello del ritiro del Palermo in questo angolo di Trentino, portato avanti con convinzione da Consorzio Turistico Valle del Chiese, Bim del Chiese, Comune di Storo, < strong>Hotel Castel Lodron, Associazione Calciochiese e Provincia Autonoma di Trento, attori uniti dalla consapevolezza che la zona meritava un palcoscenico importante per promuovere una forma di turismo legata allo sport e adatto a tutte le età. A questo proposito, fondamentale è stato il contributo dell’Unione Sportiva Città di Palermo, che ha coperto la maggioranza delle spese e con la quale si è instaurato un rapporto di collaborazione e di stima reciproca.

Anche per questo in mattinata il sindaco di Storo Vigilio Giovanelli, la vice Giusi Tonini e l’assessore allo sport Dario Luzzani hanno consegnato, a nome di tutti i soggetti coinvolti nel progetto, un omaggio a mister Giuseppe Iachini e al team manager Alessio Cracolici, che a loro volta porteranno un ricordo della zona al presidente Mauri zio Zamparini e al direttore sportivo Franco Ceravolo, i quali nei giorni scorsi si sono spesi con parole d’elogio per l’ospitalità della Valle del Chiese.

A conclusione dell’ultimo allenamento, l’allenatore rosanero, a colloquio con i giornalisti che quotidianamente hanno seguito le gesta di capitan Edgar Barreto e compagni, ha voluto sottolineare come la squadra si sia trovata a proprio agio in riva al Chiese: “È stato un ritiro lungo e duro, ma abbiamo lavorato bene – le parole del tecnico del Palermo al termine dell’ultima seduta al “Grilli” – e siamo contenti che non ci siano stati problemi di natura fisica. L’ambiente accogliente e una struttura importante hanno poi contribuito a farci avvicinare nel modo migliore agli impegni ufficiali”.

Ora i rosanero godranno di due giorni di riposo, prima di ritrovarsi domenica nel capoluogo siciliano. Una settimana più tardi, il primo match di Coppa Italia (l’avversaria scaturirà dalla sfida tra Modena e Monza), poi il 31 – sempre al “Barbera” – la prima di campionato con la Sampdoria. Il Palermo è pronto a tornare nel proprio habitat naturale, la Serie A, con la Valle del Chiese che, dopo aver recitato una parte fondamentale nel percorso rosanero, è pronta a tifare per i ragazzi i Beppe Iachini, sperando magari di riaccogliere la squadra tra dodici mesi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136